IACOPO FEDI & THE FAMILY BONES  "Over the nation"
   (2015 )

Simile ad un abbraccio acido, l'urlo sinuoso ed il sussurro malinconico di un blues che Ŕ divenuto riflessione soggettiva, non grido collettivo ma ricerca introspettiva, antitesi corrotte e modulazioni tematiche elaborate ma sincere, con poche forzature e tanto sentimento. Iacopo Fedi confeziona un ottimo disco, da ascoltare sul divano, ad occhi chiusi, di notte, mentre tutti i riflessi sbiaditi dei ricordi tendono a sublimarsi in vivide immagini pulsanti, sporche e scure. L'intero lavoro Ŕ tenuto in tensione da un sentimentalismo deluso, da una retorica scarna ma adeguata, che riesce a creare delicate sinestesie con l'ascoltatore. ╚ un abbraccio caldo di parole dai colori scuri e vivi. Vengono in mente le storie di uomini disillusi, troppo diretti per i rapporti interpersonali e troppo poeti per la societÓ. Uomini tenuti all'angolo, indefiniti soggetti di un mondo che corre troppo e che non oppone nessuna resistenza. ╚ un album intimista, un confronto con lo spirito e la polvere delle ossa in disfacimento. C'Ŕ odore di fumo, di sangue. ''Over The Nation'' Ŕ un viaggio di nove canzoni dal sapore tipicamente blues, con acciaccature folk e un intelligente uso dello spazio della moderna gestione dello studio di registrazione. Godetevi l'intimitÓ di un uomo che si confessa senza filtri, un LP diretto, che vi porterÓ al confronto con i dolori e le gioie. Fantastico esordio. (Cesare Di Flaviano)