YENA  "Yena"
   (2017 )

La melodia italiana incontra la pesante chitarra nel rock alternativo degli Yena, che esordiscono con un omonimo Ep di quattro brani carichi di scariche elettriche e riflessioni sui comportamenti dell'uomo di oggi. La corsa ad essere il "Migliore" č raccontata nella canzone omonima, scelta come singolo. Il concetto viene esteso anche nel secondo brano, "Unici", con focus sull'idea adolescenziale di sentirsi unici nel momento in cui cozza con la realtā informe. "Lucia" rallenta i bpm ma non l'energia rock, ed č il pezzo pių drammatico sulla resa di Lucia che "guarda in basso per volare", mentre la melodia vola in alto. Si conclude con "Veleno", il brano pių potente in cui per pochi secondi si apprezza anche il basso da solo; il testo si collega a quello di Lucia: "cambi le tue scarpe, non sai pių camminare (...) cambi le tue pose, resti a guardare". Tutte e quattro le canzoni sono collegate fra loro, questo Ep č un piccolo concept sulla contraddizione tra il voler essere accettati ed il voler prevalere sugli altri per essere i "numeri uno", diventando cosė tutti "unici per finta"; e c'č chi decide di uscire da questa assurda gara, con soluzioni spesso drastiche. Gli Yena tengono alta la bandiera del rock tricolore, e piaceranno di sicuro a chi ha amato i primi Timoria di "Senza vento", i Litfiba e gli Afterhours. (Gilberto Ongaro)