Sono presenti 13590 news.

11/10/2019
THE SCRIPT
L'8 novembre uscirà il loro nuovo album ''Sunsets & Full Moons''

09/10/2019
FABRI FIBRA
''Come Mai'' (insieme a Franco 126) anticipa ''Il tempo vola 2002-2020'', la sua prima raccolta di successi

tutte le news


news - rassegna stampa

05/06/2014   R.E.M.
  Per la prima volta dopo lo scioglimento della band, Michael Stipe torna alla musica con una colonna sonora

Michael Stipe ci ha abituato in anni recenti a escursioni solo nel campo dell’arte contemporanea anche grazie al suo popolare Tumblr, ma ieri ha sorpreso anche i più affezionati fan dei R.E.M. pubblicando a sorpresa una traccia strumentale composta dopo lo scioglimento della band e destinata alla colonna sonora di ''The Cold Lands'', film dell’amico-collaboratore Tom Gilroy. Il brano, senza titolo, si può ascoltare sul sito di Salon (http://www.salon.com/2014/06/04/michael_stipes_the_cold_lands_soundtrack_his_first_new_music_since_r_e_m_s_disbandment/), che se ne è aggiudicato l’esclusiva insieme allo streaming di tre minuti circa di materiali bonus tratti dal film, che è possibile vedere on demand direttamente alla pagina http://thecoldlands.com/buy-film/. Nell’intervista che accompagna l’ascolto della traccia, Stipe rilascia una serie di dichiarazioni interessanti sul processo di composizione in solitaria, coadiuvato dal produttore Andy LeMaster, che ha anche suonato il basso in studio: ''So che lavoro bene con altre persone, con qualcuno che prende le mie idee, le maneggia e me le restituisce, visto che io non so comporre. Io scrivo melodie, invece, insieme alla musica fatta da altri. Questo è quello che ho fatto per la maggior parte della mia carriera da musicista. Mi sono rivolto ad Andy perché se mi fossi andato a nascondere in un angolo lui avrebbe saputo tirarmene fuori (…). Questa è a tutti gli effetti la prima cosa che ho fatto musicalmente dal momento in cui si sono sciolti i R.E.M, quindi per me era importante che fosse una cosa piena di significato''. Il brano e la sua costruzione sono stati ispirati da Tom Verlaine dei Television: “Mi piace che Tom Verlaine lavori duro per evitare di finire a suonare il solito riff blues. Non vuole nemmeno suonare in stile jazzistico. Come dice sempre Peter Buck, “si deve suonare solo lo strettamente indispensabile”, e già solo quello ti porta via ogni grammo di energia”. Stipe, che sul brano ha suonato la batteria, ammette di non sapere suonare nessuno strumento, ma che ha voluto mettersi alla prova. “Ho passato l’ultimo paio di anni a fare esperienze che sono lontane da quello che farei normalmente, dalle mie esperienze personali. Quindi perché non fare anche questo? Cosa mi dovrebbe bloccare? L’unica cosa che può succedermi è di fallire, e quello sarebbe il peggio che potrebbe capitare. Oppure insultare qualcuno, e non penso che sia successo”. Quando gli è stato chiesto se continuerà a lavorare su altra musica, Stipe è stato vago: ''Non lo so. Mettiamo questa cosa tra parentesi… Io amo la musica. Penso che sia una forma d’arte immensamente commovente, ma come faccio a incorporarla a quello che sto facendo ora?''. Sperando che trovi una risposta, va ricordato che solo pochi giorni fa i R.E.M. hanno pubblicato una serie di rarità che coprono tutta la loro carriera, fin dagli anni con la I.R.S. (Rollingstonemagazine)