Sono presenti 15415 news.

19/06/2024
MARIAH CAREY
Esce ''Rainbow: 25th anniversary expanded edition'', l'edizione speciale dell'iconico album uscito 25 anni fa

18/06/2024
SENTICHEROBA!
Puntata n.84 dello spazio dedicato alle recensioni di Music Map su #Brioradio curato dal nostro Gilberto Ongaro!

tutte le news


news - rassegna stampa

11/03/2017   GUNS N'ROSES
  Axl Rose è stato eletto il miglior cantante di sempre: a deciderlo è stato uno studio scientifico

Basta con le battaglie da pub su chi sia il miglior cantante della storia, la scienza ha emesso il suo verdetto su chi sia (o sia stato) il migliore artista con un microfono in mano: Axl Rose dei Guns N’ Roses. Il sito ConcertHotels.com ha stilato una classifica con parametri prettamente scientifici, nella quale ha preso in considerazione le prestazioni dei cantanti solo da un punto di vista prettamente tecnico. Il sito, infatti, ha misurato l'estensione vocale dei grandi protagonisti della storia della musica rock prendendo in esame la nota più bassa e qualla più alta mai raggiunta da ognuno di loro nei brani incisi nel corso della loro carriera. Per farlo, il portale ha utilizzato un enorme archivio di performance, da cui però pare siano rimasti esclusi grandi virtuosi della voce. Nella classifica, tuttavia, non vengono presi in considerazione altri aspetti che rendono grande un cantante come la sua presenza sul palco, il carisma e la capacità di coinvolgere il pubblico. Quindi, niente da fare, le discussioni al pub sono ancora salve. Tornando alla classifica proposta dal sito, in cima c'è Axl Rose, che secondo quanto calcolato, ha un'estensione vocale che raggiunge le cinque ottave. La nota più bassa della sua carriera è (finora) il Fa in ''There Was A Time'', mentre quella più alta è un Si bemolle in ''Ain't It Fun''. Dopo di lui c'è Prince. Al terzo posto troviamo Steven Tyler degli Aerosmith e al quarto il soulman James Brown. Si piazza lontano dal podio quello che da molti viene ritenuto il cantante più grande di sempre, Freddie Mercury. Secondo questo studio, infatti, la sua estensione vocale si fermerebbe (si fa per dire) a sole quattro ottave. Prima di lui si piazzano anche David Bowie, Paul McCartney e Thom Yorke dei Radiohead. (Virgin Radio)