Sono presenti 13161 news.

18/09/2018
BAUHAUS
In occasione dei 40 anni di carriera annunciano ''The Bela Session'', le prime registrazioni di studio

15/09/2018
THE SMASHING PUMPKINS
Il nuovo attesissimo album uscirà il 16 novembre, è il primo dal 2000, ed ha un titolo... chilometrico

tutte le news


news - rassegna stampa

30/06/2018   ELIO E LE STORIE TESE
  Questa volta è davvero finita: a Barolo ha avuto luogo il ''funerale festoso''

Lo avevano definito, alla vigilia, "un funerale festoso". E ha rispettato le promesse, con l'enorme scritta "Rip Elio e le Storie Tese 1980-2018" che sormontava il palco, l'ultimo concerto della storia della band milanese che ha aperto la decima edizione di Collisioni, il festival agri-rock che miscela musica, letteratura e enogastroniomia a Barolo, nel cuore della Langhe piemontesi. Uno show di oltre tre ore, aperto dal superclassico ''Servi della gleba'', che non poteva che essere all'insegna dell'ironia e della lucida stramberia che ha sempre caratterizzato le esibizioni del gruppo: sketch, cambi d'abito, dialoghi sul filo dell'assurdo. Un concerto speciale con la partecipazione di tanti amici e ospiti, a partire da Rocco Tanica che si è riunito alla band per quest’ultima performance, ma anche Piero Pelù, Geppy Cucciari, Rovazzi, Filippo Graziani, Cristina D’Avena, Maccio Capatonda, The Kolors, Neri per Caso, Skardy e Street Clerks. Ognuno si è unito agli Elii per interpretare i brani della storia del gruppo in maniera singolare. Così, ad esempio, Pelù ha scelto di cantare ''Regime di cuori'', la versione ironica della ''Regina di cuori'' dei Litfiba, i Neri per Caso hanno proposto nel finale ''Arrivedorci'' mentre Maccio Capotonda si esibito in un assurdo "assolo di pianto". Quanto è bastato per mandare in visibilio i tanti fan che hanno affollato la piazza principale di Barolo per l'ultima tappa di questo lungo tour d'addio di Elio e le Storie Tese, cominciato dopo lo show di fine 2017 a Milano, che già allora doveva mettere fine alla storia del gruppo. "Ma questa volta è davvero finita" ha voluto sottolineare Elio. Anche se lo scetticismo continua a circolare sul futuro. La band già in mattinata si è presentata a Barolo in uno dei tanti incontri con il publico previsti dalla kermesse. E a chi chiedeva al frontman se adesso ognuno andrà per la propria strada artistica, Elio si è limitato a dire: "Non lo so, vedremo. Di certo non andiamo in pensione e noi non abbiamo litigato. Mi piacerebbe fare cose diverse. Mi affascina l'idea di diventare un influencer". La voglia di sorprendere è ancora intatta. (Repubblica.it)