Sono presenti 13123 news.

24/07/2018
CAPAREZZA
Il 7 settembre uscirà ''Prisoner 709 Live'', versione dal vivo del disco certificato doppio disco di platino

20/07/2018
LINKIN PARK
Esattamente un anno fa ci lasciava il grande Chester Bennington: il ricordo della band

tutte le news


news - rassegna stampa

20/07/2018   THE PRODIGY
  ''Need Some1'' è il loro nuovo singolo, che anticipa l'album ''No tourists'' in arrivo il 2 novembre

I Prodigy presentano “Need Some1”, il martellante primo singolo estratto dal nuovo album in uscita. Chiamatelo, se vi va, futurismo vintage, quello del brano che contiene anche la voce campionata della diva Loleatta Holloway (voce originale di “Ride On Time” dei Black Box). “Volevo scrivere qualcosa che avesse un downtempo fighissimo, ma che allo stesso tempo suonasse pericoloso”, ha affermato Liam Howlett, presentando il singolo che viene pubblicato insieme al video girato a Manila e diretto da Paco Raterta. “Abbiamo visto un sacco di showreel di registi mediocri, davvero”, ha detto Liam, “poi è arrivato Paco, come un pugno in faccia. Il suo stile era grezzo, originale, ho capito immediatamente che sarebbe stato l’uomo che faceva al caso nostro. Il video ha un taglio violento, uno stile incredibile, ed è un qualcosa che noi stessi non avevamo mai visto prima. Secondo noi, un video deve essere girato soltanto se ha un’idea originale, se è entusiasmante e, fidatevi, questo lo è”. “Need Some1” è la perfetta introduzione all’album ''No Tourists''. Appena annunciato, l’album è stato composto, prodotto e mixato lo scorso anno dal frontman Liam Howlett, nel suo studio a King’s Cross a Londra, sebbene sia, stando a quanto dice lo stesso Liam, decisamente il disco di una band. Infatti, Maxim e Keef Flint sono fortemente presenti, entrambi donano le loro leggendarie doti vocali a questo nuovo lavoro, il settimo dell’instancabile macchina dell’Essex. Si, ci sono anche due o tre collaboratori esterni, ma questo è assolutamente il sound selvaggio dei tre Prodigy, presentato ai vecchi e ai nuovi fan, vent’anni dopo la rivoluzione della musica elettronica, avvenuta con l’album “The Fat Of The Land”. Per una band che ha venduto 30 milioni di dischi e ottenuto moltissimi riconoscimenti (due Brits, due Kerrang! Awards, ben cinque MTV Awards e due nomination ai Grammy Awards), questo è un nuovo capitolo, che porterà i Prodigy ad un altro livello. “’Need Some1’ mostra il lato che preferisco della nostra band”, ha detto Liam. “Siamo liberi di pubblicare un singolo del genere insieme a tracce dominate da Keef e Maxim, e comunque mantenere la nostra immagine intatta”. Per quanto riguarda la campionatura di Loleatta, Liam ha aggiunto: “c’è sempre un elemento nei nostri brani che ci ricorda da dove veniamo. Quando mi hanno chiesto come sarebbe stato il nuovo album, la mia risposta è stata: Evil Rave. È quello il nostro sound, ci appartiene”. Dopo aver completato il processo di produzione, la band è uscita allo scoperto per svelare qualche segreto su ''No Tourists'': “quest’album è aggressivo quanto gli altri, ma in modo diverso”. Musicista e cantautore, Liam Howlett è ancora incredibilmente sul pezzo, proprio come quando ha formato la band ventotto anni fa. Ha anche detto che i nuovi brani sono costruiti per il live, ora più che mai. Quest’estate, i Prodigy infiammeranno i palchi di alcuni festival, per poi lanciarsi in un tour promozionale del nuovo album le cui date saranno annunciate a breve. “E’ come la chiusura di un cerchio. Non potrei scrivere dei pezzi sapendo che non finirebbero, prima o poi, su un palco. L’idea stessa mi aiuta a scriverli. È la dimensione del live il motivo per cui tutto nasce. E finché avremo la possibilità di farvela sentire dal vivo, continueremo a fare musica”. Il nome dell’album si ispira alla determinazione e alla testardaggine. “Per noi, ''No Tourists'' parla della fuga, e della voglia e della necessità di sbagliare strada. Non siate turisti, è molto più entusiasmante essere beccati sulla strada sbagliata”. I Prodigy sono tornati, con alcuni dei loro brani più fighi di sempre. Preparatevi a sudare, anche più del solito.