Sono presenti 13526 news.

27/07/2019
AC/DC
''Highway To Hell'' compie 40 anni: la vera storia dell’album che li portò in cima al mondo

25/07/2019
ROBBIE ROBERTSON
Il leader della Band ritorna con un nuovo album: ''Sinematic'', in uscita il 20 settembre

tutte le news


news - rassegna stampa

14/09/2018   JIMI HENDRIX
  In arrivo un cofanetto celebrativo per il 50° anniversario del suo capolavoro ''Electric Ladyland''

Experience Hendrix, L.L.C. e Legacy Recordings pubblicano un cofanetto celebrativo in edizione Deluxe per celebrare il 50° anniversario del capolavoro di Jimi Hendrix “Electric Ladyland”. Disponibile dal 9 novembre, il box set include il doppio album originale rimasterizzato da Bernie Grundman a partire dai nastri analogici, più “Electric Lady: The Early Takes” che raccoglie i demo e gli outtake in studio di quel periodo della carriera di Hendrix, ed una nuova versione in audio surround 5.1 dell’intero album originale fatto da Eddie Kramer. Quest’ultimo viene eseguito per la prima volta su un album in studio di Hendrix ed offre ai suoi appassionati una incredibile versione in audio non compresso ad alta risoluzione – 24 bit/96 kz. Altro componente esclusivo del box set è “Jimi Hendrix Experience: Live all’Hollywood Bowl” del 14/9/68, estratto dalla serie di bootleg ufficiali della Experience Hendrix Dagger Records: la registrazione inedita mostra la band e l’entusiasmo dei fan per l’imminente pubblicazione di ''Electric Ladyland''. Il Blu-ray include invece l’acclamato lungometraggio “At Last … The Beginning: The Making of Electric Ladyland”. Infine, la ''Electric Ladyland Deluxe Edition'' include anche libro a colori di 48 pagine con i testi scritti a mano da Jimi, una poesia e le istruzioni per la sua etichetta discografica, così come foto mai pubblicate prima delle sessioni di registrazione fatte dallo stesso Eddie Kramer. “Ho sempre sognato di mixare Electric Ladyland con un suono surround 5.1” dice Eddie Kramer, produttore di ogni album Hendrix realizzato durante la sua vita e co-produttore di quasi tutto il suo materiale postumo. “Mi è sempre sembrato il veicolo perfetto per il genere di esperienze futuristiche che Jimi e io stavamo cercando di fare nel 1968. Il brivido viscerale di quando abbiamo completato il primo mix surround di “Voodoo Child” era palpabile. È stata un’esperienza travolgente. Abbiamo usato questa canzone come test del surround e nel momento in cui l’ho ascoltata ho ripensato a quei momenti in cui Jimi e io stavamo mixando l’album in stereo, ridendo dei nostri tentativi di trovare quel suono ‘elusivo'”.