Sono presenti 14185 news.

10/04/2021
MUSE
Matt Bellamy pubblicherà un album solista registrato (anche) con la chitarra di Jeff Buckley

09/04/2021
MOTTA
Il cantautore pisano annuncia per il 30 aprile il nuovo album: il disco s'intitola ''Semplice''

tutte le news


news - rassegna stampa

31/03/2021   MY BLOODY VALENTINE
  Ristampe e streaming in arrivo per tutto lo storico catalogo della band

L’intero catalogo dei My Bloody Valentine è finalmente disponibile digitale. Nuove edizioni fisiche per ogni album usciranno il 21 maggio 2021. ''Isn’t Anything'' e ''Loveless'' sono stati completamente masterizzati dall’analogico per la versione deluxe in LP e masterizzati da nuove sorgenti digitali ad alta risoluzione per la versione standard in LP. Una nuova versione analogica di ''M b v'' sarà disponibile in LP deluxe e standard per la prima volta. I My Bloody Valentine, il quartetto di Bilinda Butcher, Kevin Shields, Deb Googe e Colm Ó Cíosóig, sono riconosciuti come uno dei gruppi più innovativi e influenti degli ultimi quarant’anni. In un periodo in cui le band rock erano caratterizzate, nella migliore delle ipotesi, da un retro-classicismo, non solo i My Bloody Valentine suonavano diversamente da tutti i loro contemporanei, ma la band suonava come il futuro. Con il loro album di debutto, ''Isn’t Anything'' (uscito nel 1988), i My Bloody Valentine hanno rivoluzionato la musica alternative e hanno inventato un nuovo approccio alla chitarra per le generazioni a venire. L’album ha dato vita a un suono che è diventato un modello per innumerevoli sottogeneri, aprendo un nuovo approccio alla musica rock e alla produzione in studio. Shields e Butcher cantano con una gamma vocale simile, il che ha permesso alle loro voci di fondersi insieme. Ciò ha reso il genere delle due voci indistinguibile al punto da poter essere utilizzate come un altro strato melodico per completare i suoni vertiginosi prodotti dalle chitarre di Shields. Il secondo album dei My Bloody Valentine, ''Loveless'', è stato pubblicato nel 1991. Musicalmente la band ha fatto un balzo in avanti inaspettato, muovendosi ulteriormente verso una musica di pura sensazione, creando trame e toni che potevano essere percepiti tanto quanto ascoltati; con ''Loveless'' hanno creato un album che ha travolto i sensi. ''Loveless'' è giustamente considerato un capolavoro; l’equivalente degli anni ’90 di ''Pet Sounds'', ''In A Silent Way'' o ''Innervisions'', un disco costruito esplorando i confini di ciò di cui è capace uno studio di registrazione. È un album da ascoltare in una sola seduta, un’esperienza unica. ''Ep’s 1988-1991 and rare tracks'' unisce i quattro EP della band in cui si trova molta della musica preferita dei fan più devoti. ''You Made Me Realise'' e ''Feed Me With Your Kiss'' precedono di poco l’album di debutto della band. Tra ''Isn’t Anything'' e ''Loveless'', i My Bloody Valentine pubblicano altri due EP: ''Glider'' (1990) e ''Tremolo'' (1991). Riemersi nel 2013, dopo due decenni di silenzio, il loro terzo album ''M b v'' è il loro disco più sperimentale ma anche il più melodico e immediato; la dimostrazione del loro continuo reinventarsi. Continuando a spingere i confini sia della musica che del genere, ''M b v'' è un album sorprendente, ultraterreno, intimo, un ascolto viscerale, una bellissima metamorfosi del suono dei My Bloody Valentine.