Sono presenti 15446 news.

16/07/2024
SENTICHEROBA!
Puntata n.88 dello spazio dedicato alle recensioni di Music Map su #Brioradio curato dal nostro Gilberto Ongaro!

12/07/2024
NELLY FURTADO
La pluripremiata artista canadese annuncia il suo attesissimo nuovo album ''7'', in uscita il 20 settembre

tutte le news


news - rassegna stampa

09/11/2022   GAL COSTA
  E' morta a 77 anni una delle voci più note della musica popolare brasiliana

La cantautrice Gal Costa, tra i più importanti artisti della musica popolare brasiliana, è morta a San Paolo del Brasile. Aveva 77 anni. Lo riferisce la Bbc spiegando che la notizia è stata diffusa dall’ufficio stampa della cantante che non ha spiegato le cause della morte. Gal Costa si sarebbe dovuta esibire la settimana scorsa al Festival Primavera Sound di San Paolo, ma la sua partecipazione era stata cancellata così come tutti i suoi impegni previsti a novembre. A settembre scorso l’artista era stata operata per rimuovere un nodulo nella cavità nasale destra, ma non ci sono conferme che l’intervento sia in qualche modo legato alla sua morte.

Maria da Graça Costa Penna Burgos era nata il 26 settembre 1945 a Salvador de Bahia. Da adolescente aveva lavorato presso un celebre negozio di dischi, un’esperienza che le ha permesso di conoscere tutte le novità musicali dell’epoca e che ha contribuito al suo sogno d’infanzia di diventare una cantante. Ancora adolescente, Gal Costa ha stretto amicizia con Caetano Veloso, Maria Bethânia e Gilberto Gil, coi quali farà parte del gruppo noto come Doces Bárbaros. Il suo debutto come cantante avvenne nel giugno del 1964, nello spettacolo «Nós, por exemplo», che segnò l’apertura del Teatro Vila Velha, a Salvador, esibendosi al fianco di Caetano Veloso, Tom Zé, Maria Bethânia, Djalma Correa, Alcivando Luz, Pitti, Fernando Lona e Gilberto Gil.

Nello stesso anno il gruppo ha anche presentato lo spettacolo «Nova bossa Velha, Velha bossa nova». Con la sua voce morbida e altissima negli acuti, Gal Costa è diventata la musa ispiratrice del movimento noto come «Tropicália», che ha rivoluzionato la musica brasiliana, mescolando ritmi tradizionali e influenze del rock e del pop britannico o americano, prendendo parte all’album omonimo, «Tropicália: ou Panis et Circencis». Nel 1977 il disco «Caras e bocas», che includeva il brano «Tigresa» di Caetano Veloso, ha segnato la sua carriera con ottime recensioni. Nel 1980 ha vinto il suo terzo disco d’oro, con l’lp «Aquarela do Brasil», in cui ha inciso solo brani di Ary Barroso.

«Sono molto commosso e rattristato per la scomparsa di mia sorella Gal Costa», ha twittato Gilberto Gil, 80 anni. «Che silenzio, che vuoto nella musica brasiliana», ha invece commentato Marisa Monte, cantante brasiliana di 55 anni che si è sempre ispirata molto allo stile dell’interprete di successi come «Baby» o «Chuva de Prata». «Gal Costa è stata una delle più grandi cantanti del mondo, una delle principali artiste che ha portato il nome e il suono del Brasile in tutto il pianeta (...) Il nostro Paese ha perso una delle sue grandi voci», ha reagito il neo presidente eletto Luiz Inácio Lula da Silva su Instagram. (Corriere.it)