Sono presenti 13569 news.

20/09/2019
LEONARD COHEN
A sorpresa il 22 novembre esce l'album postumo di inediti ''Thanks for the dance''

20/09/2019
ZUCCHERO FORNACIARI
''D.O.C.'' è il titolo del suo nuovo album di inediti, in uscita venerdì 8 novembre in tutto il mondo

tutte le news


news - rassegna stampa

08/11/2007   LUCIO BATTISTI
  Un nuovo cofanetto DVD + CD con inediti e rarità

Esce domani il cofanetto "Battisti - Mogol, Il nostro canto libero", con un esclusivo DVD e due CD con due inediti. Il DVD raccoglie il repertorio televisivo di Lucio Battisti, compilato in maniera rigorosa dalla giornalista Maria Laura Giulietti. In circa due ore, c'è grande abbondanza di contenuti visivi, e soprattutto gli estratti di tutti i programmi storici della Rai cui partecipò Battisti nel suo periodo d'oro: 14 sono le canzoni tratte dalle varie trasmissioni televisive, 11 le tracce relative al materiale extra, tra cui la celebre puntata di "Speciale per Voi" del 1970 di Renzo Arbore dove un Battisti polemico con dei ragazzi "contestatori", regala in quel piccolo studio televisivo quattro capolavori: "Per una lira", "Io vivrò (senza te)", "Il tempo di morire", "Fiori rosa fiori di pesco". Tra i bonus c'è una strepitosa versione di "Proud Mary" dei Creedence Clearwater Revival cantata da Battisti con una compagnia di giovani come Lally Stott, Flora Fauna e Cemento (con Mario Lavezzi), Formula 3, Dik Dik, Adriano Pappalardo, un esordiente Edoardo Bennato all'armonica, Bruno Lauzi e tanti altri: era il momento conclusivo di "Tutti insieme", trasmissione ideata da Mogol per la regia di Francesco Dama, andata in onda il 23 settembre del 1971. Nei due CD sono inclusi 30 brani, con il meglio della produzione dal 1969 al 1980. I due inediti sono "Perché dovrei", provino grezzo di un malinconico rhythm & blues scritto da Battisti e Mogol nel 1970 e destinato al debutto discografico della cantante Sara, che poi esordì con un altro brano sempre della coppia, "Uomini". Il secondo, "Il mio bambino" è un inedito per la voce di Battisti (anche qui non si sapeva che ne avesse fatto un provino) ma non per quella di Iva Zanicchi, che inserì la canzone nel suo album "Fantasia" del 1972. (Music Link)