Sono presenti 15336 news.

12/04/2024
MAX PEZZALI
Torna il 15 aprile con il singolo inedito ''Discoteche abbandonate''... e con un comic book

12/04/2024
PIERO PELU'
Annuncia l’uscita del suo nuovo album ''Deserti'', disponibile in tutti i negozi dal prossimo 7 giugno

tutte le news


news - rassegna stampa

14/04/2008   KILLING JOKE
  La cult-band sarà a Milano per 2 concerti con 2 diverse scalette

Quest'anno dopo vent'anni si compie per l'ultima volta la reunion originale dei Killing Joke, in Italia per un doppio show a Milano il 19 e 20 Settembre presso il Rolling Stone. Il ritorno del batterista Paul Ferguson, riappacificatosi con il cantante Jaz Coleman al funerale di Paul Raven (il bassista che aveva preso il posto di Youth nel 1982 e morto per un infarto lo scorso 20 ottobre), ha ricomposto la formazione originale che si era sciolta nel 1987 dopo il lancio di 'Brighter Than A Thousand Suns'. Ora la band è impegnata a realizzare quello che sarà l'ultimo album in studio, dal titolo ancora sconosciuto, al quale seguirà un tour mondiale. Jaz Coleman (alla voce), Geordie Walker (alla chitarra), Martin 'Youth' Glover (al basso) e Paul Fergurson (alla batteria) si esibiranno in ogni città del tour per due sere consecutive. Nel corso della prima serata (a Milano il 19 Settembre) eseguiranno integralmente i primi due album 'Killing Joke' (1980) e 'What's This...For' (1981). Durante la seconda (a Milano il 20 Settembre) invece, suoneranno l'intero 'Pandemonium' (1994) in memoria di Paul Raven, più i primi singoli pubblicati su etichetta Island, 'Are You Receiving', 'Requiem' e 'Wardance', veri e propri esempi della sublimazione del loro sound. Il loro è un sound post-industriale, costruito su tessuti elettronici distorti, su suoni martellanti, puro rumore industriale e puro punk metallico, sul canto gridato e angosciante di Coleman, in bilico tra hard-rock e new wave, punk e gothic-rock. L'oscura formazione post-punk con influenze industrial che si formò a Notting Hill, Londra, nel 1979 è ancora oggi il gruppo di riferimento di un'intera generazione di band, dai Nine Inch Nails ai Ministry passando per Deftones e Korn. Il loro stile 'apocalittico' ha contagiato non solo la scena industrial, ma anche quelle dark-wave e noise, rivelandosi una delle formule più influenti della storia del rock britannico. Autentici traghettatori dal punk e dalla new wave verso il rock moderno, gli ideatori del "gioco che uccide" sono riusciti a incassare dalla storia ciò che le vendite dei dischi hanno loro a lungo negato. Una doppietta di concerti epocale. (Newsic)