Sono presenti 13478 news.

21/06/2019
KASABIAN
Il leader della band Serge Pizzorno dà vita al suo progetto solista The S.L.P.: il 30 agosto arriverà l'album d'esordio

20/06/2019
RADIOHEAD
Il 27 giugno uscirà il nuovo album solista di Thom Yorke, intitolato ''Anima''

tutte le news


news - rassegna stampa

18/06/2008   LE NUOVE CLASSIFICHE
  Grande successo per la doppia raccolta di Biagio Antonacci

Sono uscite oggi le nuove graduatorie settimanali di vendita: le trovate qui, su Music Map, nella sezione "Classifiche". Nuova entrata due settimane or sono, ma leggermente in ombra rispetto alla quasi contemporanea irruzione direttamente in vetta di Ligabue, la raccolta di Biagio Antonacci "Best of 1989-2000" sta invece riscuotendo parecchio successo. Si trovano ovviamente riunite le più belle canzoni di Biagio inerenti ai primi dodici anni della sua carriera, appunto dal 1989 al 2000, in un doppio album a prezzo specialissimo che parte dall’esordio assoluto del Sanremo 1989 con “Voglio Vivere in un Attimo” passando per la definitiva consacrazione di “Non so più a chi credere” (Sanremo 1993), toccando poi i vertici di un successo clamoroso che ha portato Antonacci nel novero dei veri big della canzone italiana. Si succedono così rapidamente 36 classici come “Iris (tra le tue poesie)”,”Se io Se Lei”, “Mi fai stare Bene”, “Le cose che ho amato di più”, “Liberatemi”, e piccole chicche appartenenti al primo introvabile album come “Che Fretta C’è” e la title track “Sono cose che capitano”. Non si tratta, va detto, della prima raccolta di Antonacci: edito già un greatest hits nel '93 ("Non so più a chi credere"), quindi a soli 4 anni dall'esordio, Biagio ha poi replicato nel 2000 con l'album "Tra le mie canzoni", per approdare ora a questo doppio cd che, in effetti, rispetto alle precedenti raccolte è notevolmente più esaustiva. Forzata, in effetti, la scelta di fermare il tempo descritto dalla compilation al 2000 (vale a dire allo stesso anno nel quale era uscita la precedente raccolta "Tra le mie canzoni"): in quell'anno Biagio abbandonò infatti la casa discografica Universal (che ora pubblica questa doppia raccolta) per aprire la propria etichetta "Iris". Ecco, quindi, perché proprio ora l'uscita di questa doppia compilation, che prelude (anzi, anticipa volutamente, per "togliere copie"...) ad un nuovo greatest hits previsto per la seconda metà del 2008, che conterrà anche brani inediti, rifacimenti e duetti con altri artisti. Vedremo chi vincerà la "guerra"... Per tutti gli approfondimenti, dirottatevi subito sulla nostra sezione Classifiche. Tutti i dati, lo ricordiamo, sono provenienti dalla FIMI/AC Nielsen, su un panel di 275 punti vendita rappresentativi di negozi tradizionali, catene specializzate e grande distribuzione.