Sono presenti 13467 news.

14/06/2019
MANU CHAO
Il 30 agosto arriverà la ristampa per il 20ennale di ''Clandestino'', comprendente 3 brani inediti

14/06/2019
FESTA DELLA MUSICA BRESCIA
Il 22 Giugno si terrà, anche per quest'anno, la Festa della Musica più grande d'Italia

tutte le news


news - rassegna stampa

19/07/2008   BLONDE REDHEAD
  Comincia oggi il loro attesissimo tour italiano

I Blonde Redhead sono un gruppo di culto, considerato tra i campioni della scena "alternative". Il loro tour internazionale farà tappa anche in Italia per cinque concerti: 19 luglio SESTO AL REGHENA (PN)- Sexto'nplugged -Corte dell'abbazia - www.prosesto.org; 23 luglio ROMA – Festival di Villa Ada - www.villaada.org; 24 luglio VERUCCHIO (RM) - Sagrato Della Chiesa - www.verucchiofestival.it; 25 luglio ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE) - Soundlabs Festival - www.soundlabs.it; 26 luglio BARI – Festival Giovinazzo Rock - www.giovinazzorock.it. Il trio formato dalla giapponese Kazu Makino e dagli italiani Amedeo e Simone Pace, si è formato a New York (dove risiede): la loro musica, alternando emozioni, culla e scuote, trasportando l'ascoltatore in luoghi astratti che a tratti paiono ricordare gli anni’60 e altre volte il fervore ostico del noise-rock. Il nuovo album, “23”, registrato e prodotto a New York nel 2007, segna una sorta di pietra miliare nella loro carriera. Il precedente album 'Misery Is A Butterfly' li aveva consacrati definitivamente come una delle band più caratteristiche e complete della loro generazione. Questo grazie ad un suono intimo, emozionante e delicato allo stesso tempo, che non può far altro che compiacere i fan storici e permettere alla band di ottenere una nuova schiera di ammiratori. È un suono che si connota leggermente al di fuori della desolante e cruda dolce – amarezza degli album precedenti, lontana dai successi commerciali avuti in carriera, sulla traiettoria che la band ha cominciato a tracciare un decennio fa. Nel 2007 però i Blonde Redhead ritornano con '23' (il loro settimo album), qualcosa di ancora più affascinante. Potete guardare il videoclip a questo indirizzo: http://www.youtube.com/watch?v=a7FqUNlEdwA. Il nuovo album è ricco e denso come il precedente, ma il mood di Misery, fatto di malinconia, insoddisfazione e rimpianti, è stato rimpiazzato da un mistico desiderio e da una rinnovata energia. Questo cambiamento di toni non arriva come una sorpresa e, come gli ammiratori di lunga data possono testimoniare, questa agitazione, questo costante desiderio per il cambiamento e per l’espressione artistica è stata sempre una costante nella carriera della band.