Sono presenti 15336 news.

12/04/2024
MAX PEZZALI
Torna il 15 aprile con il singolo inedito ''Discoteche abbandonate''... e con un comic book

12/04/2024
PIERO PELU'
Annuncia l’uscita del suo nuovo album ''Deserti'', disponibile in tutti i negozi dal prossimo 7 giugno

tutte le news


news - rassegna stampa

07/07/2009   MICHAEL JACKSON
  Il giorno dell'addio al Re del Pop è arrivato

Il giorno dell'addio al Re del Pop è arrivato. Privatamente la famiglia e pochi intimi saluteranno Michael Jackson presso il Forest Lawn di Los Angeles, il cimitero delle star, nelle prime ore del mattino. Poi sarà la volta della grande commemorazione pubblica, che si svolgerà in uno Staples Center blindato al quale potranno accedere solo coloro che avranno il biglietto. Per la sua ultima apparizione, quella nera bara (dorata - secondo indiscrezioni - e dal valore di 25.000 dollari) Jackson indosserà capi fatti a mano da Michael Bush e Dennis Thompkins, mentre Karen Faye sarà colei che supervisionerà l'immagine finale del cantante. Per salutare Jackson molte star saliranno sul palco, da Jennifer Hudson a Stevie Wonder, da Lionel Richie a Mariah Carey, che dovrebbe esibirsi in un successo dei Jackson 5 ''I'll be there''. Presenti anche star del basket quali Kobe Bryant e Magic Johnson. Diana Ross dovrebbe limitarsi a leggere un testo in ricordo di Jackson, mentre fra le altre canzoni del Re del Pop che dovrebbero essere cantate sul palco dello Staples Center figurano: 'Gone too soon', 'Man in the Mirror', 'We are the world', 'Heal the World' e 'You are not alone'. Alla cerimonia pubblica, che dovrebbe durare un po' meno di due ore, sarà presente anche l'ex moglie, Debbie Rowe. Nonostante il caos che si prevede, la cerimonia - fanno sapere dalla famiglia del Re del Pop - sarà "sobria". Non è escluso che anche il fratello di Jackson, Jermaine, salga sul palco. Mentre le migliaia di fan si preparano a quello che dovrebbe essere il più grande addio pubblico della storia, il tribunale di Los Angeles toglie alla madre di Jackson, Katrine, l'amministrazione provvisoria dei beni del cantante affidandola, almeno fino al 3 agosto (giorno dell'udienza definitiva) agli esecutori del testamento, John Branca e John McClanin. Nel corso dell'udienza, presso la corte superiore di Los Angeles, Katrine Jackson ha sollevato, attraverso il suo legale, alcune perplessità sui rapporti fra Branca e Michael Jackson, che - a suo avviso - si sarebbero riallacciati nelle settimane precedenti all'improvvisa morte del cantante. Al giudice Mitchell Beckloff, l'avvocato di Branca ha dichiarato di essere in possesso di una lettera datata giugno 2009 con la quale Michael Jackson ribadisce di volere Branca come amministratore del suo patrimonio che, dopo la morte, rischia di valere molto di più. Il valore dei beni di Jackson sarebbe infatti già superiore ai 400 milioni di debito del cantante, e questo senza contare i guadagni post-morte: le vendite di gadget e musica di Jackson sono schizzate in cima alle classifiche negli ultimi giorni. L'asset di maggior valore nel portafoglio di Jackson sono i diritti sul catalogo della Sony-Atv, che comprendono i Beatles. Diritti che fruttano annualmente decine di milioni di dollari. La polizia di Los Angeles si prepara ad arginare l'attesa folla di fan che si recherà in prossimità dello Staples Center: secondo alcune stime circa un terzo delle forze dell'ordine della città (circa 9.500 agenti) sarà utilizzato per l'evento che costerà diversi milioni di dollari, che la città attraverso fondi speciali è pronta a coprire. Nonostante le risorse a disposizione, le autorità invitano a effettuare donazioni private e premono affinché la famiglia Jackson contribuisca alle spese, anche se nessuna indicazione - ha riferito Jen Perry dell'amministrazione di Los Angeles - in questo senso è ancora giunta. Alcune prove sulla sicurezza sono in atto già oggi al Dodger Stadium, dove in 8.750 si presentano per ritirare i biglietti di ingresso. La corsa per ritirare i tagliandi è iniziata alle sei del mattino, prima dell'apertura dei botteghini. Increduli e soddisfatti in molti si sono accodati prima dell'alba, altri sono andati alla ricerca di un colpo di fortuna dell'ultima ora e a qualcuno è andata bene. Una ragazza ispanica di Los Angeles ha convinto uno dei vincitori a regalarle il suo secondo tagliando, che ha mostrato allo Staples center, fra gli inviti del poliziotto al quale chiedeva informazioni di nasconderlo per evitare problemi. Proprio sui tagliandi si è scatenata, a dispetto degli inviti a non lucrarci sopra, l'asta on line: i prezzi sono subito schizzati alle stelle visto il poco tempo a disposizione per accaparrarsi l'agognato codice e seguire le procedure per il ritiro dei biglietti. Un venditore ha chiesto 100.000 dollari, altri cifre più ridotte fra i 9.000 e i 20.000. Ma anche online guadagnarsi l'ingresso non era è stato facile: le pubblicazioni fuori legge sono state tolte a intermittenza dagli stessi venditori, finché Ebay e Craigslist non sono intervenute per bloccarle. La famiglia Jackson e Aeg, proprietari dello Staples Center e promotori del tour londinese di Jackson, per facilitare la visione dell'evento hanno raggiunto un accordo anche con una primaria catena di cinema americana, che trasmetterà nelle sale di 31 stati americani la commemorazione. Mentre sempre on line impazza il dibattito sul fantomatico fantasma di Neverland (intravisto durante uno speciale di Larry King sulla Cnn nella camera da letto di Jackson, si trattava probabilmente di un'ombra di un operatore televisivo, ma in linea con l'alone di mistero sul cantante è divenuta subita leggenda, come i rumors sulla sepoltura senza cervello o sul giro del mondo in ologramma), proseguono le indagini sulla morte del cantante. Almeno tre mandati di perquisizione sarebbe stati emessi e già eseguiti: obiettivo è quello di chiarire se i medicinali e i potenti anestetici trovati in casa del cantante abbiano o meno giocato un ruolo nella sua morte. Sulla copertura mediatica riservata alla morte di Jackson proseguono intanto le polemiche. Il parlamentare Peter King, repubblicano dello Stato di New York, afferma che il cantante era "un pedofilo e che non si merita tanta attenzione". (Ansa)