Sono presenti 13517 news.

21/07/2019
ALICE COOPER
In attesa di far uscire il suo prossimo full length, pubblicherà il 13 settembre ''The Breadcrumbs EP''

21/07/2019
SLIPKNOT
Si chiamerà ''We are not your kind'' il nuovo disco della band statunitense, che uscirà il prossimo 9 agosto

tutte le news


news - rassegna stampa

20/02/2010   SANREMO 2010: VINCE VALERIO SCANU
  Con ascolti da record, il festival incorona il prodotto di 'Amici'

Per la seconda volta consecutiva, il vincitore di Sanremo viene da Amici di Maria De Filippi. Nella serata che ha visto per la prima volta sul palco dell’Ariston Maurizio Costanzo, il diciannovenne Valerio Scanu si piazza primo davanti ai contestatissimi Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici, e a Marco Mengoni, della scuderia di Amici. Quando i risultati del televoto hanno mandato in finale Mengoni e Scanu più il trio fischiato a ogni sua esibizione, il pubblico ha protestato vivacemente e gli orchestrali hanno fatto volare gli spartiti. Antonella Clerici, serafica conduttrice un po’ pallida, ricorda che lo vuole il popolo. I musicisti, il cui voto doveva incidere al 50 % sul risultato finale, si sentono presi in giro. Le proteste più vivaci hanno accompagnato l’esclusione di Malika Ayane e Noemi. Dopo le rumorose proteste, Maurizio Costanzo è salito per la prima volta sul palcoscenico del festival e ha detto che avrebbe fatto cantare la sua celebre canzone “Se telefonando” ad Arisa. Poi ha chiamato tre operai di Termini Imerese. Alle loro testimonianze si sono aggiunte le dichiarazioni di Pier Luigi Bersani e del ministro per lo sviluppo economico Scaiola, entrambi in sala ed entrambi fischiati. Ospiti Lorella Cuccarini e Mary J Blige, oltre ai bambini di Ti Lascio Una Canzone (il programma condotto da Antonella Clerici tornerà su RaiUno a marzo) e la banda dei carabinieri, ma l’edizione presentata da Clarici, da sola senza tutori né valletti, non ha visto alcuna cantante donna in finale. A Malika Ayane il meritato premio della critica. Il vincitore Valerio Scanu sarà ricordato soprattutto per il famigerato verso «a far l’amore in tutti i luoghi e in tutti i laghi», tra i più risibili della storia della canzone pop italiana. Antonella Clerici ce l’ha fatta: ha mantenuto il pieno di ascolti fino all’ultimo dopo un’ottima media settimanale che l’ha vista superare l’edizione di Paolo Bonolis e avvicinarsi a quella di Fabio Fazio. La finale è stata vista da una media ponderata di 12 milioni e 462 mila telespettatori, con il 53.21% di share. Lo scorso anno Paolo Bonolis aveva ottenuto una media ponderata di share del 54.24%. Il picco naturalmente si è verificato poco prima dell’una quando sono stati proclamati i vincitori: 77,34% alle 00,48; il picco di telespettatori invece si è verificato alle 22,13 con 15 milioni e 195 mila persone tutte insieme davanti alla tv. Soddisfatto il direttore di RaiUno che parla di "missione compiuta", mentre il capostruttura di RaiUno, Antonio Azzalini, e il direttore artistico Gianmarco Mazza criticano il comportamento degli orchestrali che indignati hanno lanciato gli spartiti. Il sistema di votazione telefonico è oggetto di proteste e sospetti: il Codacons e l'associazione utenti radiotelevisivi hanno chiesto alla Guardia di Finanza di Sanremo e all'autorità delle telecomunicazioni di sequestrare tutti i televoti che hanno determinato i primi tre classificati e di verificare le utenze di provenienza, per escludere che ci sia stato l’intervento di agenzie specializzate in telemarketing nel determinare i risultati del voto popolare. (Music Link)