Sono presenti 14752 news.

30/09/2022
WALKIE
Il celebre rapper russo si è tolto la vita per non andare in guerra

30/09/2022
PHIL COLLINS
Vende i diritti delle canzoni da solista e con i Genesis (non inclusi gli album con Peter Gabriel)

tutte le news


news - rassegna stampa

09/04/2010   MALCOM MC LAREN
  E' morto il grande musicista e creatore del punk, ideatore dei Sex Pistols

Disillusione, ribellismo nichilista, rabbia autodistruttiva. Ovviamente nessun rispetto per le istituzioni, nemmeno quelle della musica, a cominciare dai dinosauri del rock anni Settanta. Nel 1971 Malcolm McLaren, sveglio ragazzotto di origini scozzesi, piombava a Londra imbevuto di situzionismo e teorie del sovvertimento delle regole, e apriva insieme alla fidanzata, la stilista Vivienne Westwood, il negozio Let It Rock a South Kensington. Erano queste le basi della Grande truffa del rock and roll, come viene documentata nel film di Julien Temple. Una pellicola tutta dedicata alla nascita del movimento punk e alla sua incarnazione nella band dei Sex Pistols, di cui McLaren fu manager. Il primo vero venditore di sottoculture giovanili trasformate in business dietro l'apparenza dell'inconoclastia si è spento stanotte per un mesotelioma. Aveva 64 anni. Il viaggio di Malcolm McLaren negli Usa gli fece prendere le distanze, anche a livello di puro marketing, dai teddy boys che gremivano il suo negozio a Londra. L'incontro con i New York Dolls e, soprattutto, i Television di Richard Hell, lo convinse della svolta estetica che stava interessando il concetto di ribellione reso nella moda come in musica. Tornato nel Regno Unito, McLaren cambiò il nome al negozio diventato punto di riferimento degli astiosi giovani della capitale inglese: prima lo ribattezzò Too Fast To Live Too Young To Die, poi Sex, imprimendo una svolta sadomaso agli abiti disegnati e messi in vendita. Nel 1975 prese le redini della giovane band The Strand, subito rinominata Sex Pistols. Esplodeva definitivamente il movimento punk: spille da balia appuntate su visi e giubbotti jeans sdruciti, capelli spiritati e multicolori, una reinterpretazione furiosa, approssimativa e volutamente non tecnicistica degli stilemi del rock and roll diede uno scossone alla società inglese e alla cultura pop sempre più amplificata dai media. La breve e folgorante parabola dei Sex Pistols si esaurì nel giro di qualche anno. Malcom McLaren era diventato un inventore di mode, di situazioni, un grande affabulatore mediatico sempre con il ghigno irriverente sul viso, lo stesso che diventava smorfia di rabbia e digusto tra le urla di Johnny Rotten. In seguito McLaren si occupò di Adam And The Ants, gruppo inglese che si muoveva tra gli ultimi sussulti del punk e la nascente new wave. Ebbe modo anche di proporsi come musicista, con progetti come Bow Wow Wow e con album come Duck Rock e Buffalo Gals Back 2 Skool, quest'ultimo decisamente più vicino all'hip hop. Negli ultimi anni si era mosso tra progetti legati alla moda, alla tv e alle installazioni d'arte. Viveva con la giovane fidanzata coreana Young Kim tra Parigi e New York. Il tumore delle cavità sierose del corpo se lo è portato via con quel suo eterno ghigno di bambino impertinente. (Tiscali Spettacoli)