Sono presenti 13467 news.

14/06/2019
MANU CHAO
Il 30 agosto arriverà la ristampa per il 20ennale di ''Clandestino'', comprendente 3 brani inediti

14/06/2019
FESTA DELLA MUSICA BRESCIA
Il 22 Giugno si terrà, anche per quest'anno, la Festa della Musica più grande d'Italia

tutte le news


news - rassegna stampa

05/07/2011   CLAUDIO BAGLIONI
  Svela: 'Quando smetterò con la musica mi ritirerò in convento'

"Tante volte mi sono detto Claudio fa come Greta Garbo, come Battisti, come Mina. Continua a ingombrare la vita degli altri mandando messaggi da lontano. Poi non l'ho mai fatto'", ha dichiarato così Claudio Baglioni al settimanale "A". "Negli ultimi anni della mia vita andrò in convento: non è una battuta, è una riflessione che dura. Sì, un convento di clausura: per pensare, per interrogarmi, per assaporare i silenzi. La fede è ricerca continua. E oggi sento il bisogno di essere utile, di fare qualcosa per qualcun altro. Forse è un modo per farmi perdonare successo, denaro, riflettori. Ma forse è anche qualcosa di più grande: la felicità non si vive da soli, si divide e si scambia". Durante l'intervista, riportata in anteprima dal Corriere.it, Baglioni parla anche della prossima edizione di O' Scià, rassegna musicale che il cantautore romano organizza ogni anno a Lampedusa, e dice di voler invitare il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: "Berlusconi adora cantare, adora il palcoscenico, adora stupire. E ha ancora un appeal formidabile: giri il mondo e c'è solo lui. Nel bene e nel male. E allora se riuscissimo a organizzare un concerto a Lampedusa sarebbe assolutamente un evento. Dobbiamo riuscire a convincere anche Roberto Maroni. Ha una sua band, Distretto 51. Nel 2007 si esibirono a Varese... Ho dei ricordi: la notte bianca, il ministro alla tastiera: Roberto ha i numeri, è un ottimo pianista-organista". "Silvio non è originale, ma è intonato", ha detto inoltre Baglioni: "In gergo si dice lui canta tutto in anticipo, come se avesse fretta di arrivare. Una volta gli dissi 'rubi il tempo' e mi preoccupai pensando che quell'osservazione potesse essere stata presa male". (Musica Italiana)