Sono presenti 13885 news.

06/08/2020
VASCO ROSSI
Celebra i 40 anni di ''Colpa d'Alfredo'' con una nuova edizione deluxe da collezione

31/07/2020
THE ROLLING STONES
Il 25 settembre pubblicheranno ''Steel Wheels Live'', cofanetto Deluxe Limited Edition da 3CD + 2DVD + Bluray

tutte le news


news - rassegna stampa

05/11/2012   NO DOUBT
  Censurato il nuovo video 'Looking Hot' per accuse di razzismo

I No Doubt di Gwen Stefani hanno dovuto eliminare velocemente il video ufficiale di “Looking Hot”, diffuso tramite il canale ufficiale della band su youtube solo venerdì scorso. Il motivo? Pare che la band sia stata travolta da un'ondata di accuse di razzismo e sessismo nei confronti della comunità dei nativi americani, interpretati nel videoclip dalla stessa Gwen Stefani, nei panni di una principessa pellerossa, e dal bassista Tony Kanal, nelle vesti di un capo tribù: nella trama western del video, i due indiani devono difendersi da una coppia di cowboy, il batterista Adrian Young e il chitarrista Tom Dumont. Per placare le acque, i No Doubt hanno diffuso un breve comunicato sul sito ufficiale, dichiarando: “Il nostro nuovo video non era assolutamente uno strumento per offendere, ferire o schernire la comunità dei nativi americani, la loro cultura e la loro storia. In quanto band multirazziale, le nostre radici affondano sia sulla diversità che sulla considerazione di altre culture: purtroppo però, consultando alcuni amici nativi americani ed esperti della University of California, ci siamo resi conto di aver offeso molte persone e siamo davvero molto dispiaciuti: ecco perché abbiamo rimosso il video immediatamente”. La band ha, quindi, concluso: “La musica che ha ispirato e dato inizio al nostro gruppo, oltre alla comunità di amici, familiari e fan che ci circondano, è costruita su rispetto, unità ed apertura mentale. Porgiamo le nostre più sincere scuse alla comunità dei nativi americani ed a chiunque si sia sentito offeso dal nostro video. Ferire qualcuno, non è sicuramente uno dei nostri intenti”. Il video è stato diretto da Melina Matoukas, la quale in precedenza ha lavorato per Rihanna e Beyonce. La regista non è estranea a questo tipo di controversie: l'anno scorso, il promo per il video del brano “S&M” di Rihanna è stato oggetto delle accuse da parte del fotografo David LaChapelle nei confronti della cantante, denunciata per aver plagiato alcuni dei suoi scatti. (Comingsoon.it)