Sono presenti 13679 news.

11/01/2020
RUSH
E' morto Neil Peart, lo storico batterista della band, aveva 67 anni e un tumore al cervello

11/01/2020
OZZY OSBOURNE
A febbraio uscirà il suo nuovo album ''Ordinary Man'', con Post Malone, Slash, Tom Morello e... Elton John!

tutte le news


news - rassegna stampa

02/01/2013   FRANCESCO RENGA
  Sarà l'unico italiano a duettare con Placido Domingo in 'Songs'

Francesco Renga e' uno degli otto coprotagonisti di ''Songs'', il nuovo disco di Placido Domingo, nel quale il grandissimo tenore ha scelto le sue canzoni piu' amate, spesso legate a memorie preziose nella storia della musica del ‘900. Complimenti vivissimi a Renga! La versione italiana del cd di Placido Domingo si avvale infatti della presenza dell'artista italiano, coprotagonista di ''What a wonderful world'', firmata da Bob Thiele e portata al successo da Louis Armstrong. In ''Songs'' si va dal classico “Eternamente”, da “Limelight” il film di Charlie Chaplin, a “Parla più piano” da “Il Padrino”, fino all’hit spagnolo “Celos” (Jealousie). Ci sono anche l’attore, tenore e produttore Josh Groban in “Sous le ciel de Paris”, il trombettista Chris Botti in “Besame Mucho”, la soprano gallese Katherine Jenkins per “Come what may” da “Moulin Rouge”, la recente rivelazione francese Zaz per “Chanson des vieux amants”. E la lista si arricchisce con il jazzista americano Harry Connick jr per “Time after time” di Sammy Cahn, Susan Boyle in “From this moment” di Shania Twain e il duetto con Megan Hilty in “Il mio cuore va”, versione italiana di “My heart will go on” di Celine Dion realizzata qualche anno fa da Sarah Brightman. Renga è entusiasta di far parte di questo progetto: ‘Per uno come me, che ha sempre subito il fascino della lirica, soprattutto dei tenori per il timbro e l’emissione, Domingo è un mostro sacro. Prima di cantare “What a wonderful world” ho pensato alla scarica emotiva che mi aveva messo addosso la ''Miss Sarajevo'' duettata da Bono e Pavarotti. Abbiamo inciso in studi diversi, non vedo l’ora di poterlo conoscere di persona, per vivere così il sogno fino in fondo’. Domingo motiva così la scelta di Renga: ‘Quel pezzo nella edizione spagnola lo canto con mio figlio Plácido jr., ma per l’italiana volevo una bella voce del vostro paese. Quando la casa discografica mi ha fatto ascoltare “Orchestra e voce” mi sono detto: eccola.’ (Musicalnews.com)