recensioni dischi
   torna all'elenco


RDGLDGRN  "Rdgldgrn"
   (2013 )

Dalla scena musicale di Washington DC arrivano i RDGLDGRN (pronunciati Red, Gold, Green): un'ispirazione nata da un mix di influenze che spaziano da Chuck Brown ai Vampire Weekend, dagli Outkast ai The Neptunes per finire con i Bad Brains. Una fusione di generi che trascende il crossover e l'indie per creare qualcosa di nuovo, personale e autentico, che ha subito portato il sound di questo terzetto americano all'attenzione di tutto l'ambiente del music business. Prodotti da Kevin Augunas (dietro il mixer per Edwarde Sharpe & The Magnetice Zeros e i Cold War Kids) e subito messi sotto contratto dalla Universal/Fairfax Recordings (casa di Gotye), la band ha completato l'album in uno studio di registrazione che trasuda leggenda, ovvero i Sound City Studio di Van Nuys, California, dove hanno preso forma capolavori come "Rumours" dei Fleetwood Mac e "Nevermind" dei Nirvana. Quest'ultimo elemento Ŕ stato cruciale per lo sviluppo dell'album d'esordio della band: qui, il trio di ragazzi incontra la leggenda vivente, Dave Grohl, batterista dei Nirvana e leader dei Foo Fighters, che si presta a registrare tutta la batteria nel loro disco, stregato dalle loro composizioni. Una benedizione vera e propria per la band, che Ŕ riuscita a conquistare l'occhio attento anche della comunitÓ hip-hop americana, soprattutto quella di un'artista trasversale e ammantato di un alone quasi altrettanto leggendario come Pharrell Williams (di N.E.R.D., The Neptunes e che tutti avete sentito prestare la sua voce a "Get Lucky" dei Daft Punk) che ha composto un intero brano assieme a loro, presente nella tracklist dell'album d'esordio. Il risultato non fa che dimostrare la capacitÓ della band di trascendere i generi, e unire fan e artisti di tutte le polaritÓ dello spettro musicale. I RDGLDGRN sono riusciti a creare qualcosa di unico, anche se qualora proviate a chiederlo citeranno come ispirazioni i Beatles e Bob Marley. Una miscela unica ed esplosiva pronta ad esplodere!