recensioni dischi
   torna all'elenco


MARK STEWART  "The politics of envy"
   (2012 )

Con una line-up rinnovata, che presenta la collaborazione di Dan Catsis del The Pop Group (mitica band guidata da Stewart negli anni '80) alla chitarra e Arkell & Hargreaves alla sezione ritmica (provenienti dai True Tiger / Submotion Orchestra), e l'apporto dei beat di MC Brother Culture del collettivo On-U Sound, torna Mark Stewart, il pioniere post-punk di Bristol, a presentare il suo ultimo lavoro, il giÓ adorato ''The Politics of Envy'', frutto di collaborazioni che includono Richard Hell, Lee "Scratch" Perry, Daddy G dei Massive Attack, i Primal Scream, i Factory Floor, Douglas Hart dei Jesus & Mary Chain, Youth dei Killing Joke, e Keith Leven dei PiL e The Clash. Il gotha della musica inglese alternativa degli ultimi trenta anni. Mark Stewart Ŕ una ricetrasmittente di cultura pop, che l'ha guidato e trasportato alla concezione e poi alla rivoluzione della dubstep e del post step, incorporandoli nel suo sound e imbevendoli della violenza punk e post-punk delle sue origini. Un vero e proprio maestro per centinaia di seguaci in questi ultimi trenta anni, e che ha scritto pagine fondamentali della storia della musica britannica e non solo.