recensioni dischi
   torna all'elenco


RED LINES  "Colder"
   (2017 )

Il duo bresciano Red Lines sforna un Ep synth pop di gusto europeo, con suoni di tendenza e chiara direzione radiofonica, specialmente per quanto riguarda la titletrack "Colder", con questa voce con un leggero riverbero ed un'atmosfera rarefatta simile a quelle di Goldfrapp. Spicca particolarmente il basso molto riscaldante, a dispetto del titolo. Accordi sospesi in maj7 (settima maggiore), invece, per la dilatata "Give you up", dove la melodia accompagnata da arpeggi elettronici e chitarra con eco e delay, che nel finale con le sue note lunghe e legate richiama la scena canadese dell'etichetta Constellation. Piacevoli sensazioni di ghiaccio in "Control", un synth rock dove spicca un ritmo ballabile scandito da un cembalo a sonagli, una scelta sixties. Il remix di "Drowning" invece, firmato Mulai, crea un'atmosfera notturna ma non cupa, un buio piacevole dove cercare l'abbraccio del proprio partner. Il brano originale, del precedente Ep, ha un arrangiamento diverso ma ugualmente interessante. Una buona seconda prova per i Red Lines, che hanno i numeri per essere trasmessi dalle radio in heavy rotation. (Gilberto Ongaro)