recensioni dischi
   torna all'elenco


ANIMAREA  "Holidays in Rome"
   (2017 )

Gli Animarea sono Gabriele Toniolo (autore, produttore e chitarrista) e Rossana Bern (voce). Progetto musicale attivo giÓ dal 2008, che torna ora sulla scena discografica con questo nuovo interessante album, tra jazz, bossa e easy listening. Dieci brani, di cui otto inediti e due cover: "Hunting high and low", successo anni '80 degli A-ha, completamente riarrangiato in chiave lounge; e "Les copains d'abord", pezzo poco conosciuto di George Brassens, qui rivisto in chiave ballabile, con fisarmonica gradevolissima. Ma Ŕ dagli inediti che viene il meglio, a partire dalla title track, di cui Ŕ giÓ presente il video su YouTube, una canzone solare, che rimanda con nostalgia alla Dolce Vita, e richiama i migliori brani di Caro Emerald. Ma tanti altri sono i pezzi piacevoli dell'album, alcuni molto riusciti altri meno, ma che restano in testa all'ascoltatore. Come il bel "lento" (come si chiamava negli anni '80) "I will never tire of fighting for love", cantato da Rossana in duetto con Cheryl Porter, famosa cantante gospel di Chicago che vanta tantissime collaborazioni (Zucchero, Mario Biondi, solo per citarne alcuni), la cui bellissima, potente voce da' un valore aggiunto alla canzone. E ancora "Shine on me", che ricorda i migliori pezzi anni '80; "Smile", sorridente brano ben sorretto tra voce e fiati; o "Far beyond the stars", che parte con una bella intro da pezzo soffuso ma rivela ben presto la sua anima dance. Un album fresco, solare, allegro, ben prodotto e arrangiato, con tante influenze (la giÓ citata Caro Emerald, ma anche lo stesso Mario Biondi, e sicuramente Burt Bacharach). Un disco che riconcilia con la vita in un'epoca in cui si ha bisogno di leggerezza, per un duo da tenere assolutamente d'occhio. (Francesco Arcudi)