recensioni dischi
   torna all'elenco


ARDAIS  "Antropofagia"
   (2019 )

L'EP ''Antropofagia'' Ŕ il quarto disco del brasiliano Rodrigo Ardais che usa, per dirla con le sue parole, la "musica per rappresentare drammi esistenziali". Tra tonale e atonale, l'album fa riferimento a una dolorosa escalation dell'uomo attraverso i secoli, usando la metafora antropofagica per simboleggiare il commovente individualismo umano dei tempi moderni. Ci sono chitarre jazzanti oscillanti, libere nella forma e nella melodia, sottofondi elettroacustici intrecciati a ritmi primitivi e moderni, curiosi intrecci che danzano con ottoni esausti e una varietÓ di voci che creano l'immagine mentale di un live bar fatiscente in qualche megalopoli distopica, pieno di individui distrutti. E' in quel luogo che la musica muore per poi risorgere. (Matteo Preabianca)