recensioni dischi
   torna all'elenco


EMMELUTH'S AMOEBA  "Chimaera"
   (2019 )

''Chimaera'' Ŕ l'album in cui ritorna la sassofonista Signe Emmeluth come leader della band Emmeluthĺs Amoeba, che comprende il pianista danese Christian Balvig, il chitarrista norvegese Karl Bjorň (il quale suona con Emmeluth nel duo Owl e nel trio punk-jazz Yes Deer), e il batterista norvegese Ole Mofjell che ha suonato anche con Bjorň nel breve trio Brute Force. L'album offre una serie di composizioni libere ispirate alla musica contemporanea. Il titolo dell'album riflette il suo spirito, fluido ma privo di senso di gravitÓ, proprio come i movimenti danzanti di una mareggiata. Ma questo quartetto copre la gravitÓ traballante e mutevole con una modalitÓ di funzionamento immediato, lasciando che le esperte orecchie di musicisti, l'intuizione ben sintonizzata e la curiositÓ appassionata solidifichino il corso della musica, ovunque essa fluisca. Emmeluth dice di sentire "la musica e i suoni in forme e colori, e per questo mi ispiro spesso alle immagini". La sua musica cambia rapidamente in forma e colore, ampliando sempre di pi¨ i suoi confini e i suoi vocabolari. Ma nel corso di questi cambiamenti, ''Chimaera'' si muove come un'unitÓ stretta e senza paura. Il quartetto visita molti terreni diversi, spostandosi costantemente e organicamente tra ricerche sonore collettive, un tema delicato, quasi trasparente, e sorprendenti scoppi di cruda potenza. La stessa Signe Emmeluth suona come un improvvisatore e bandleader forte, con una buona conoscenza dell'ereditÓ di Peter Br÷tzmann e Gustafsson. (Matteo Preabianca)