recensioni dischi
   torna all'elenco


COMO ASESINAR A FELIPES  "Mmxx"
   (2021 )

Questo lavoro e' completo e perfetto. Il gruppo cileno non e' alla prima pubblicazione (attivi da 13 anni, questo il loro 9 disco, uscito per Koolarrow Records). Tuttavia, questo e' il loro miglior album. C'e' jazz, hip hop, experimental, metal. Tutto frullato insieme e contaminato da spruzzate latine. C'e' anche Billy Gould (Faith No More) e remix dai lavori di Igorr Cavalera e Napal Death. Generalmente, a me non piacciono i dj, ma in ''MMXX'' finalmente suonano come se avessero un vero strumento tra le mani. La prova e' nelle tracce ''Se Repite'' e ''Persiste questiona''. I testi sono anche di un certo livello, ne e' la prova la traccia 5, ''No hay como frenarlo'', con la frase "ci sono scuole dove impari e insegni, altre in cui gia' hai imparato, gia' hai insegnato". Oppure la tormentata frase, la quale e' anche il titolo di ben 2 brani, ''Hemos vuelto del abismo'' (''Siamo tornati dall'abisso''), in cui un ipnotico ostinato di charleston e un ansioso synth ti portano in una certa trance degna dei Creme de Hassan. E' un album molto scuro e filosofico. Si merita di essere posto sulla mensola principale del 2021. (Matteo Preabianca)