Sono presenti 13635 news.

13/11/2019
NIRVANA
Esce ''Kurt Cobain Dossier'', un'indagine lucida e corrosiva su uno dei suicidi più enigmatici del secolo scorso

12/11/2019
MASSIMO PRIVIERO
Nel 4° anniversario degli attentati di Parigi, la sua ''Bataclan'' è scelta per le commemorazioni

tutte le news


news - rassegna stampa

18/12/2015   POISON
  Rikki Rockett sta combattendo contro un cancro, ma programma comunque un reunion tour

Ciò che tutti i fan dei Poison stavano aspettando; Bret Michaels, dopo il concerto al Rams Head On Stage ad Annapolis (Maryland) il 15 Dicembre, ha annunciato che ci sarà una reunion della band per un tour nell’estate 2016. La notizia è stata, ovviamente, accolta tra gli applausi e l’eccitazione generale del pubblico. Nessun dettaglio ancora disponibile ma, a quanto pare, Rikki Rockett conferma la dichiarazione di Bret dicendo a sua volta che per i Poison è tempo di tornare in attività! Queste le parole di Rikki come ospite alla puntata del 14 Dicembre allo show radiofonico Eddie Trunk‘s: “Si sta parlando di un tour; ci sono alcune discussioni qua e là. E’ il trentesimo anniversario della band e sarebbe bello tornare a fare qualcosa!”. Peccato, però, che Rikki Rockett sarebbe in lotta contro un cancro alla cavità orale. Vi riportiamo la traduzione (parziale) della trascrizione effettuata da Blabbermouth. “In giugno, mi sentivo male. Avevo questa influenza terribile, la gola arrossata, mi facevano analisi e biopsie e niente veniva a galla. Alla fine un dottore fece un’ulteriore biopsia e mi disse: “Penso che tu abba un cancro al cavo orale”. Fondamentalmente è un cancro alla base della lingua, molto simile a quello successo a Bruce Dickinson, Michael Douglas, Tom Hamilton, da quello che so. I dottori mi hanno detto: “E’ curabile, ma è un figlio di puttana da sistemare e ti farò del male”. Mi sono spaventato. “Circa il 50% dei pazienti vengono ricoverati perché devi fare chemio e radiazioni o devi sottoporti a un intervento chirurgico. A volte quando devi operarti, devi comunque sottoporti a chemio e radiazioni, quindi proveremo intanto con quest’ultime”. Ho fatto nove cicli di chemio […] Poi ho iniziato le radiazioni e ne ho fatti 35 cicli; cinque giorni a settimana per sette settimane e questo è come un calcio sui coglioni. Ma mi sono detto “Questo è quello che farò. Voglio batterlo. Voglio fare qualcosa di positivo per la mia salute. Andrò in queste terapie dove ti aiutano con agopuntura e altro. I dottori mi hanno detto che sta andando in modo eccellente e c’è un ottima prognosi. Ad inizio febbraio mi sottoporrò a una PET e questo ci darà il responso finale sulle possibili ulteriori attività del cancro. Loro dicono che non ci sarà nessuna attività sospetta. Incrocio le dita”. In bocca al lupo Rikki and fuck the cancer!!! (Metallus.it)