Sono presenti 15336 news.

12/04/2024
MAX PEZZALI
Torna il 15 aprile con il singolo inedito ''Discoteche abbandonate''... e con un comic book

12/04/2024
PIERO PELU'
Annuncia l’uscita del suo nuovo album ''Deserti'', disponibile in tutti i negozi dal prossimo 7 giugno

tutte le news


news - rassegna stampa

30/01/2009   MIKE FRANCIS
  Il cantante pop dance è morto oggi a soli 47 anni

Se ne è andato silenziosamente e senza clamore, come del resto aveva vissuto nei momenti di maggiore popolarità: Mike Francis, all’anagrafe Francesco Puccioni, protagonista del boom musicale pop-dance anni Ottanta, è morto questa mattina a Roma. Nato a Firenze 47 anni fa, è deceduto all'Ospedale S. Pietro per un tumore al polmone. Il percorso artistico di Francis è riassunto nella raccolta “The very Best of Mike Francis”, uscita il 20 gennaio dopo due anni di assenza dalla scena musicale. 32 brani che riassumono la sua doppia anima italo-inglese proponendo brani mai pubblicati e i successi che lo hanno fatto conoscere in Europa, da “Survivor” a “Friends”. La carriera di Francis inizia a 20 anni, nel 1981. Dopo il debutto come autodidatta nelle radio locali, il primo successo, "Survivor", è del 1983. L'anno dopo, è il 'boom' assieme alla cantante americana, ma italiana di adozione, Amii Stewart con “Friends”: la canzone arriverà al primo posto dei singoli diventando il 14esimo 45 giri più venduto nel 1984 e spopola in Inghilterra. Negli anni Ottanta il cantante e musicista toscano svolge un'attività trasversale, spaziando dai dischi in inglese (''Features of Love'', ''Flashes of Life'', ''Let me in'') alle colonne sonore per il cinema e alle musiche composte per la tv. Tra il 1989 e il 1996 è a Londra dove lavora con Richard Darbyshire, leader dei Living in the Box e autore tra gli altri di Lisa Stanfield. Fino ad arrivare agli anni '90, quando decide di cimentarsi anche con la lingua italiana, avvalendosi dell'aiuto di Mogol e Pasquale Panella (che nel '94 firma ''Bellissimi occhi chiusi''). La popolarità è in costante crescita in patria e all'estero e nel 1999 è la volta di ''All Rooms With View'', che vede rinascere le sue hit più amate in nuove vesti musicali. La pausa in studio come Mike Francis dura fino al 2007, quando l'artista da’ alle stampe ''Inspired'', che tra cover (tra cui ''Someone like You'' di Van Morrison) e brani inediti, rappresenta il ritorno sulla scena dopo una parentesi artistica dedicata, durante la fine degli anni Novanta, al progetto Mystic Diversions, di tendenza e grande successo fra gli amanti della musica lounge e ambient, stile Buddha Bar. Schivo e lontano dal clamore mediatico, Mike Francis si definiva un “random, un casuale, sia nella musica che nella vita. Ed è da tutto ciò che mi capita intorno traggo ispirazione per la mia musica”. A chi gli chiedeva se fosse interessato a partecipare a reality show come ex colleghi della dance anni '80 come Den Harrow e Sandy Marton, rispondeva: “No, per carità. Non mi ci vedo in quel tipo di programma. Sono un musicista e voglio fare solo musica. Amo così poco apparire che con i Mystic ho tenuto nascosto persino il mio nome”. Prima di Natale, aveva rilasciato un'intervista al sito Miticultnews, in cui dichiarava che "la bella musica dance inizia a metà degli anni '70 e finisce nel 1980". "Dopo è scaduta parecchio, ma poiché in quel periodo ci si divertiva molto e si respirava un'aria di generale benessere, secondo me - si legge sul sito - la gente ascolta ancora gli anni '80 più per i ricordi che evocano che per il valore artistico delle canzoni''. I funerali del cantante si svolgeranno in forma strettamente privata. (L'Unità)