Sono presenti 13641 news.

22/11/2019
U2
Tornano con ''Ahimsa'', un singolo inedito realizzato con il compositore indiano A.R. Rahman

22/11/2019
LENNY KRAVITZ
Pubblica una nuova versione di ''Here To Love'' a sostegno del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite

tutte le news


news - rassegna stampa

07/10/2009   LE NUOVE CLASSIFICHE
  Come previsto e prevedibile, Vasco Rossi arriva e sbaraglia tutti

Sono uscite oggi le nuove graduatorie settimanali di vendita: le trovate qui, su Music Map, nella sezione "Classifiche". Poteva esserci una nuova numero 1 più scontata di quella di Vasco Rossi? No di certo... Appena uscito, 'Ad ogni costo' vola infatti al primo posto tra le canzoni più scaricate da internet, ed era sinceramente difficile immaginare che andasse diversamente. Com'è noto, si tratta di una riscrittura di "Creep", uno dei maggiori successi dei Radiohead (uscita come singolo nel 1992, era stata poi inclusa nell’album “Pablo Honey”, del 1993). Il testo di "Ad ogni costo", scritto direttamente da Vasco, non è una traduzione fedele del testo originale ma una libera interpretazione del rocker di Zocca. "Ad ogni costo" sarà l'unico inedito in scaletta dei concerti del Vasco Europe Indoor tour. Non è la prima volta che Vasco si cimenta nella rilettura di brani di artisti stranieri: già nel 1985 il cantante reinterpretò "With a shake of her head" dei Blizzard, intitolandola "Una nuova canzone per lei", alla quale fece seguire - nel 1992 - "Gli spari sopra", cover di "Celebrate" degli An Emotional Fish. Non è nemmeno la prima volta che un artista italiano rilegge liberamente una canzone del repertorio dei Radiohead: l’aveva già fatto Dolcenera con “Il Luminal d'immenso (L'ombra di lui)”, inserita nell’album “Il popolo dei sogni” del 2006, che era una sua riscrittura, anche in questo caso con un testo completamente diverso nei significati, di “A wolf at the door”, un brano di “Hail to the thief” (2003). Curiosamente, "Ad ogni costo" è anche il titolo di un lungometraggio del 1967 diretto da Giuliano Montaldo con Klaus Kinski, Edward G. Robinson, Janet Leigh e Robert Hoffman. L'uscita del singolo corona l'ennesimo periodo d'oro dell'iperattivo rocker emiliano: in tour nei palasport praticamente per tutto l'anno a venire, Vasco Rossi vede in questi giorni alcuni suoi dischi (“Vado al massimo”, “C’è chi dice no”, “Cosa succede in città”) ristampati su vinile in edizione picture, vale a dire con immagini fotografiche incise direttamente sulla superficie. Rivivranno in questo modo tanti album che hanno segnato la storia della musica, su un supporto, il vinile, che lo scorso anno ha registrato il record di vendite dal 1991. Intanto Vasco firma anche un nuovo paio di occhiali da sole in collaborazione con l´azienda Immagine Eyewear. Si chiamano V-Ide: V come Vasco e Ide come Identity. Gli occhiali, modello unico che riflette la personalita´ del cantante, sarà prodotto e distribuito da Immagine Eyewear. Vasco inoltre (giusto per non annoiarsi!) terrà il suo primo concerto in Gran Bretagna il prossimo 4 maggio. Il rocker di Zocca, che nel Regno Unito viene in questi giorni presentato come "il re degli stadi italiani", si esibirà all'HMV Apollo Hammersmith. L'Apollo, appunto nella zona di Hammersmith, è una sala inaugurata nel 1932 che ha ospitato praticamente tutti i nomi migliori del pop-rock, dai Beatles ai Queen passando per Dire Straits e Motorhead. Una delle performance più "storiche" fu quella, nel luglio 1973, di David Bowie che in quell'occasione abbandonò per sempre l'alter ego Ziggy Stardust. Per tutti gli approfondimenti, dirottatevi subito sulla nostra sezione Classifiche. Tutti i dati, lo ricordiamo, sono provenienti dalla FIMI/AC Nielsen, su un panel allargato ora a più di 3.000 punti vendita rappresentativi di negozi tradizionali, catene specializzate e grande distribuzione; per i brani più scaricati dalla rete, la classifica è stata invece ottenuta mediante il monitoraggio delle piattaforme di musica.