Sono presenti 13659 news.

30/11/2019
PERTURBAZIONE
Tornano con ''Le spalle nell’abbraccio'', anticipazione del loro nuovo album ''(Dis)amore''

29/11/2019
U2
Sono la band del decennio per incassi dai concerti, davanti agli Stones e Ed Sheeran

tutte le news


news - rassegna stampa

22/12/2012   THE CLASH
  Esattamente 10 anni fa ci lasciava il grande Joe Strummer

Esattamente 10 anni fa ci lasciava il grande Joe Strummer. Dopo aver assistito nel 1976 ad un concerto dei Sex Pistols, rimase folgorato dal punk e poco tempo dopo, sollecitato dall'ultimatum di Bernie Rhodes, manager dei futuri Clash, accettò di diventare cantante del complesso che lo porterà al successo planetario. I Clash in quel periodo erano formati da Mick Jones (voce e chitarra), Paul Simonon (basso), e Keith Levene (chitarra), che rimase nel gruppo per pochi mesi e partecipando alla realizzazione di una sola canzone (''What's My Name?'', contenuta nal primo album). Nel 1977, i Clash realizzano il loro primo album: "The Clash", con Terry Chimes alla batteria, che in seguito venne escluso dal gruppo. L'album divenne uno dei principali del movimento punk; e contiene canzoni che divennero veri e propri inni di protesta, come "White Riot" (il primo singolo del gruppo), "Remote Control" e "London's Burning". Il secondo album fu "Give 'Em Enough Rope" (tradotto, ''Date loro abbastanza corda'') pubblicato e registrato nel 1978, e alla batteria presentava Nick "Topper" Headon, che divenne il batterista vero e proprio del gruppo e vi rimase fino al 1982. L'entrata di Topper portò il gruppo verso un livello musicale più alto. L'album contiene un minor numero di canzoni rispetto al primo, ma la musica conserva una base fortemente politica e di protesta. "London Calling" fu il titolo dell'album che il gruppo pubblicò nel 1979, e che prende il nome dall'omonima canzone. "London Calling" è uno degli album più interessanti di tutti i tempi e presenta una notevole commistione di stili musicali, dimostrando la notevole bravura e versatilità dei Clash, portando il gruppo a un livello di notorietà mondiale. I Clash hanno fortemente influenzato molti gruppi e la loro visione politica. Hanno convinto migliaia di ragazzi britannici in età scolare che la cultura nera andava capita e ammirata e hanno rivoluzionato gli stili musicali mischiandoli e adattandoli ad altri. I Clash e Joe Strummer non hanno venduto grandi quantità di dischi, ma il loro impatto musicale è stato enorme. La mattina del 22 dicembre del 2002 Joe muore a causa di un infarto, dovuto ad una malformazione congenita al cuore. Aveva da poco compiuto 50 anni. (Comingsoon.it)