Sono presenti 1084 interviste.

25/11/2022
AKA STEVE
''La mia famiglia mi rende consapevole di ciò che sono e dei valori che ho...''

22/11/2022
VITTORIO DE ANGELIS
''Affrontare generi e atmosfere con soluzioni nuove e diverse da quelle più prevedibili...''

tutte le interviste


interviste

03/05/2022   MAMO'S BAND
  ''Emozionarsi nel trasformare racconti di vita vissuta in brani musicali...''

Bentrovati su Music Map! Siamo felici di ospitarvi in occasione di questo nuovo disco. Partiamo dunque da qui: cosa è successo alla Mamo's Band in questi ultimi 2 anni? ''Il gruppo ha continuato a lavorare presso il Ma.Gi.C studio di ripresa e registrazione, di proprietà della band, consentendoci di registrare dal vivo sia cover che i nostri brani originali. Abbiamo quindi continuato i nostri esperimenti musicali allargando ulteriormente il melange di musicisti con new entries e nuovi strumenti musicali. Abbiamo programmato delle dirette settimanali sfruttando il nostro social network su canali istituzionali (YouTube, Facebook, Instagram). Insomma, ci siamo dati da fare!''.

"Navigatori viaggianti" è un lavoro corale che si articola in dieci tracce. Il titolo già incuriosisce: chi sono questi navigatori viaggianti? ''“Navigatori viaggianti” è il risultato e frutto di questi due anni di lavoro con i nostri fantastici arrangiatori. E’ il titolo che abbiamo attribuito ad un brano di questo album per identificare coloro che hanno affrontato o affronteranno il viaggio reale, forse virtuale, della mente nel mondo emozionale''.

E dove sono diretti? ''Siamo dentro un viaggio che può essere metafisico, immaginifico, permeato sì di spostamenti, ma anche di perenni mutamenti, purché ancorati ai principi di libera espressione della mente. In altre parole un concept album che lega il viaggio alla ricerca del senso della vita. La fuga dai e nei sentimenti, nelle emozioni, nell’amore, nel mondo dei bimbi, nei rapporti umani; quindi anche nelle contraddizioni dell’essere umano''.

Ciò che maggiormente ci colpisce è la portata del lavoro, nel quale trovano espressione più di 40 strumenti, tre generazioni di artisti e un caleidoscopio di sonorità, la cui matrice è un rock progressivo nel quale la tecnica è fondamentale. Come siete riusciti a mettere insieme tutto questo, senza risultare troppo complessi, ridondanti e, al contrario, slegati? ''C’è un segreto; non c’è un leader ma tanti solisti e coristi magistralmente diretti da un direttore artistico eclettico e professionale: Gigi Marrese, produttore del nuovo disco “Navigatori Viaggiatori”. Mamo (Massimo Pedrani) stesso, l’autore dei testi, ha voluto mettersi in gioco e a disposizione di un gruppo di artisti e arrangiatori per raccontare semplicemente il suo sentimento ed emozionarsi nel trasformare dei racconti di vita vissuta in brani musicali. Con questi presupposti tutti si sono messi a disposizione, rinunciando a qualche preziosismo tipico dei solisti, per armonizzare culture e generi differenti con una molteplicità di sonorità dovuta alla varietà degli strumenti musicali utilizzati''.

Quale secondo voi le tracce più rappresentative del lavoro totale? ''Dovrei rispondere tutte, perché sono singolarmente il risultato di un lavoro corale, nato dall’interpretazione delle parole che segnano il nostro “viaggio” nella musica. Se mi obblighi a scegliere direi che “Riccardo”, “Futuro” e naturalmente “Navigatori Viaggianti” forse sono quelle che più mi emozionano''.

Ce le descrivete brevemente? ''“Riccardo” è l’amico del cuore. Apparentemente sicuro, pieno di sé ma fragile; a volte è solo, intimidito da sé stesso. Ha bisogno di aiuto; un viaggio nelle difficoltà di un’amicizia. “Futuro” è il mondo dei bimbi che guardiamo attraverso i loro occhi. È un viaggio nei loro timidi sorrisi attraverso le spose e i fiordalisi; nei gesti che ti offrono un sorriso tra i fiumi e le parole. “Navigatori viaggianti” è il viaggio della mente nel mondo delle emozioni. Indossare i vestiti di un viaggiatore, incontrare sguardi, parole ed diversi linguaggi. Calzare scarpe senza ricordare quella strada dentro il bivio della vita. Indossare il vestito di un viaggiatore ascoltando il rumore dei miei passi. Condividere vestiti consumati appesi al filo del mio sentire. Condividere l’amicizia del fuoco di un camino; lo scoppiettìo di un legno nel vento del destino''.

Il 13 maggio sarete dal vivo a Busto Arsizio (Varese). Come sarà lo spettacolo? ''Presenteremo i nostri brani nuovi: ''Quattro gatti in un cestino'', ''Una penna dentro un foglio'', ''Un po’ per tutti'', ''La porta dei sogni'', ''Maggio'', ''Futuro'', ''Navigatori Viaggianti'', ''Riccardo'', ''La vita in mille note'', ''Un viaggio dentro me''. Questi i titoli dei brani originali che si completeranno, integreranno con un tributo al maestro della musica contemporanea Ennio Morricone (''C’era una volta il west'', ''C’era una volta in America'', ''Nuovo Cinema Paradiso'') ed altri capolavori della musica moderna''.