Sono presenti 1058 interviste.

04/08/2022
MARCH
''In italiano sono ancora più serio e impegnato anche nelle canzoni più orecchiabili...''

02/08/2022
FELIX ROVITTO
''A volte autoimporsi regole e limiti può essere uno stimolo per nuove idee...''

tutte le interviste


interviste

02/06/2022   LA CASA DEL VENTO
  ''I gruppi sono perlopiù aziende, che vendono musica invece che prosciutti o spray contro le zanzare...''

Trent’anni di lavoro incessante per una band che ha fatto dell’impegno sociale il fulcro attorno al quale ruota la propria creatività. 9 album, 1 live, 1 antologia, 1 ep, 3 progetti speciali, formano – fino ad oggi – il percorso discografico di uno tra i gruppi più coerenti della nostra scena, che potremmo definire combat (a volte), rock e cantautoriale (spesso), di matrice folk (sempre) se teniamo presente che quest’ultimo termine indica una musica nata dal popolo e creata per il popolo, di qualsivoglia zona del mondo, ceto ed estrazione sociale. Oggi, ci parlano del nuovo album "Alle corde".

Benvenuti. Una carriera trentennale non è traguardo di poco conto. Che bilancio fate del vostro percorso? E qual è il collante per tenere unito un collettivo per così tanti anni? ''CIAO E GRAZIE DELLO SPAZIO CONCESSOCI, INNANZITUTTO IL PERCORSO E' INDUBBIAMENTE POSITIVO ANCHE SE DI OSTACOLI NE ABBIAMO INCONTRATI DURANTI QUESTI LUNGHI ANNI, PERO' NON CI SIAMO MAI PERSI D ANIMO. C'E' UNA COMUNITA' DI PERSONE DISSEMINATA UN PO' IN TUTT'ITALIA CHE CI SEGUE CON AFFETTO, CHE CI SOSTIENE, E GIA' QUESTO DA SOLO RAPPRESENTA UN GRANDE AIUTO MORALE, PER ANDARE AVANTI A CREARE MUSICA E RACCONTARE STORIE''.

Certamente la coerenza è una virtù che hanno apprezzato in tanti e vi ha permesso di essere sempre credibili e permettervi, così, di intrecciare collaborazioni di prestigio. Oltre a Patty Smith, chi ha lasciato maggiormente un segno tangibile nell'estro compositivo? ''MA SAI, L'ESTRO COMPOSITIVO E' ALIMENTATO CONTINUAMENTE DA LETTURE, ESPERIENZE ED ASCOLTI MUSICALI. L'AVERE COLLABORATO A PIU' RIPRESE CON UNA LEGGENDA VIVENTE COME PATTI ED AVERNE SAGGIATO IL TALENTO MA, SOPRATTUTTO, L'ENORME UMANITA', SICURAMENTE E' STATO STIMOLANTE E CI STIMOLA TUTTORA. MA ANCHE ARTISTI COME DAMIEN RICE CI PIACCIONO TANTISSIMO, GLEN HANSARD, LISA HANNIGAN, I PRIMI MUNFORD & SONS SONO DEGLI ASCOLTI COSTANTI E FONTI DI ISPIRAZIONE, MA L'ELENCO E' DAVVERO INFINITO''.

"Alle corde" è l'11° album (tra studio, live e raccolta) dai contenuti sensibili e "forti". Tra i brani in elenco, quale o quali sono quelli che sentite particolarmente di più nella profondità tematica e perché? ''GUARDA,E' IL PRIMO ALBUM DI INEDITI DA "I GIORNI DELL'EDEN", USCITO NEL 2012. NON SIAMO QUEL TIPO DI BAND CHE DEVE PUBBLICARE CONTINUAMENTE MATERIALE INEDITO, MAGARI SOLO PER RENDERE PIU' APPETIBILE UN TOUR, RAGION PER CUI ABBIAMO SEMPRE EVITATO DI USCIRE CON PUBBLICAZIONI CHE NON CI RAPPRESENTASSERO IN TOTO. "ALLE CORDE" E' PROPRIO UN DISCO CHE FOCALIZZA, A NOSTRO AVVISO PERFETTAMENTE, QUELLO CHE E' IL MONDO MUSICALE, MA NON SOLO,DI CASA DEL VENTO. PER DIRTI: C'ERA UN BRANO CHE NON CONVINCEVA TUTTI AL 100% ED E' STATO ACCANTONATO SENZA GROSSI TRAUMI. SE DEVO CONFIDARTI IL MIO BRANO PREFERITO, FORSE DEVO INDICARTI IL BRANO DI CHIUSURA, "KENMARE", UN BRANO CHE PARLA DEI VENT'ANNI E DI MOMENTI CHE GIOCOFORZA NON RITORNERANNO PIU'. MA UN ALTRO BRANO MOLTO IMPORTANTE PER TUTTI E' "RACCONTAMI ANCORA". SAI, ABBIAM TUTTI SUPERATO I 5O ANNI E SIAMO INEVITABILMENTE IN QUEL MOMENTO DELLA VITA IN CUI I GENITORI, CHE MAGARI PER ANNI HAI VISTO COME DEI SUPEREROI, MANIFESTANO TUTTE LE LORO FRAGILITA' E DEBOLEZZE. UN BRANO SUL RAPPORTO DI UN FIGLIO CON UN PADRE O UNA MADRE NON PIU' GIOVANE, SUL CERCARE DI TROVARE UN PONTE TRA LE GENERAZIONI''.

Il disco annovera il feat. introduttivo di Neri Marcorè in "Girotondo a Sant'Anna". Cosa l'ha spinto ad accettare il vostro invito e come siete riusciti a contattarlo? ''ABBIAMO SEMPRE STIMATO NERI MARCORE', UN ARTISTA POLIEDRICO E TRASVERSALE, ED IL SUO LAVORO COME DIRETTORE ARTISTICO DI "RISORGIMARCHE" MI HA SEMPRE AFFASCINATO. TRA I NOSTRI AMICI MUSICISTI ED OSPITI NEL CD, C'E' SIMONE "FEDERICUCCIO"TALONE, UN ECCELLENTE BATTERISTA E PERCUSSIONISTA CHE PRESTA LE SUE PELLI E BACCHETTE A FRANCESCO DE GREGORI E MONI OVADIA. SIMONE E' DA SEMPRE UN ESTIMATORE DELLA CASA DEL VENTO E ABBIAMO SCOPERTO CHE SPESSO E VOLENTIERI IL NOSTRO AMICO SUONA ED ACCOMPAGNA ANCHE L'ATTORE MARCHIGIANO. GLI ABBIAMO CHIESTO IL CONTATTO E NERI CI HA RISPOSTO SUBITO, ACCETTANDO IL FEATURING CON ENTUSIASMO''.

Uno dei vostri fiori all'occhiello è sicuramente la collaborazione con Patti Smith, siete gli unici artisti italiani ad aver partecipato in 2 brani del suo album "Banga". Vi ha mai rivelato il motivo di questa sua sorprendente ed inaspettata scelta? ''PATTI RIMASE COLPITA DA UNA PERFORMANCE DELLA CASA DEL VENTO (PERALTRO ESEGUITA A "RANGHI RIDOTTI") IN OCCASIONE DI UN RADUNO DI EMERGENCY A FIRENZE. DISSE QUALCOSA COME "I LOVE THIS BAND OF GIPSIES!". E'STATA PROPRIO RAPITA DAL SOUND DELLA CDV, SI TRATTA DI UNA STORIA QUASI DA FIABA: LA ROCKSTAR AMERICANA CON UNA BAND DELLA PROVINCIA DI AREZZO...''.

Dal primo album "Senza bandiera" del 1999, come è cambiata la corporatura e l'assetto compositivo della Casa? Che tipo di progressi evolutivi vi siete imposti? ''MAH, LA LINE UP NON E' CAMBIATA PIU' DI TANTO, CREDO CHE TRA LE BAND STORICHE SIAMO QUELLI CHE HANNO AVUTO MENO CAMBIAMENTI E MENO TURN OVER DI COMPONENTI. CREDO CHE IL VOLERSI DAVVERO BENE SIA UN VERO E PROPRIO COLLANTE, E TI ASSICURO CHE, PRATICANDO QUESTO AMBIENTE PROFESSIONALMENTE DA 30 ANNI ORMAI, NE HO VISTI DAVVERO POCHE DI BAND "LEGATE" COME CASA DEL VENTO. SOLITAMENTE I GRUPPI SON PERLOPIU' DELLE AZIENDE, CHE FATTURANO E VENDONO MUSICA INVECE CHE PROSCIUTTI, CERAMICHE O SPRAY CONTRO LE ZANZARE. DIFFICILISSIMO, IN QUESTO AMBIENTE, AVERE DEI RAPPORTI PROFONDI O CHE NON SIAN SLEGATI DALL'INTERESSE. PER QUANTO RIGUARDA GLI OBIETTIVI CHE CI ERAVAMO PREFISSATI, PROBABILMENTE ORA COME ORA C'E' QUELLO DI SUPPORTARE AL MEGLIO, SOPRATTUTTO SUI PALCHI, IL NUOVO CD, IL PRIMO CHE ESCE PER LA NEW MODEL LABEL DOPO TANTISSIMI ANNI PASSATI CON MESCAL, LA STORICA ETICHETTA DI NIZZA MONFERRATO''.

Secondo voi, la musica può davvero scuotere, in qualche modo, le coscienze su tematiche urgenti? Ha ancora quel potere riflessivo nonostante un pragmatismo dilagante? ''SECONDO NOI SI', E GUAI SE NON LO . LA MUSICA SERVE ANCHE A SCUOTERE LE COSCIENZE, AD INCENDIARE LE ANIME. PENSA A QUANTE STORIE MINORI, FUORI DAI RIFLETTORI, SI SON CONOSCIUTE E RESE NOTE GRAZIE ALLA MUSICA. PENSA A BILLY BRAGG, WOODY GUTHRIE, PER CITARE I PRIMI DUE ARTISTI CHE MI VENGONO IN MENTE. NOI, NEL NOSTRO MICROCOSMO, CERCHIAMO DI FARE ALTRETTANTO''.

Ci possiamo aspettare, a breve, un ritorno sui palchi? Avete già in cascina date programmate? ''ABBIAMO GIA' FATTO UN PO' DI PRESENTAZIONI DEL CD "ALLE CORDE" E NE STIAMO ORGANIZZANDO ALTRE UN PO' IN TUTTA ITALIA. E' UN PERIODO PARTICOLARE DOPO DUE ANNI D INFERNO DOVUTI ALLA PANDEMIA E CONSEGUENTI RESTRIZIONI E STOP TOTALE AL SETTORE MUSICALE, ORA SEMBRA CHE LE COSE RIPARTANO. SOLO CHE, COME E'FACILE IMMAGINARE, I PROMOTER CERCANO SEMPRE DI PUNTARE SUI "CAVALLI VINCENTI",SULL'INGAGGIO SICURO, ED IL RISULTATO E' CHE SUONANO SEMPRE QUELLI CHE TI GARANTISCONO UN RISULTATO. MOLTO ONESTAMENTE, CASA DEL VENTO HA UN BUON SEGUITO, I NOSTRI CONCERTI SON SEMPRE DELLE BELLE FESTE, MA NON GARANTIAMO DI CERTO L'ARRIVO DI FOLLE OCEANICHE, ANCHE PERCHE' LA GESTIONE LIVE DELLA BAND E'STATA SPESSO GESTITO MALUCCIO (OPINIONE MIA PERSONALE, NON NECESSARIAMENTE QUELLA DELLA BAND). ADESSO PERO' ABBIAMO UNA MACCHINA ORGANIZZATIVA TOTALMENTE NUOVA E STANNO ARRIVANDO DELLE DATE E DELLE SITUAZIONI INTERESSANTI. CONTIAMO DI SUONARE IL PIU' POSSIBILE QUESTA ESTATE E ABBIAMO GIA' PIU' DI UN'IDEA PER UN ALTRO PROGETTO DA REGISTRARE. VI ASPETTIAMO AI NOSTRI CONCERTI, DOVE SUONEREMO VARI BRANI DI "ALLE CORDE" MA ANCHE I NOSTRI BRANI STORICI. SARANNO DELLE BELLISSIME FESTE!''.

Salutiamo la Casa del Vento, con l'auspicio che la musica possa sempre destare riflessione e stimolo reattivo. (Max Casali)