Sono presenti 1157 interviste.

31/05/2023
RICCARDO POLIDORO
''Guardare al futuro con maggiore consapevolezza e fiducia in sé stessi, nell’amore e nella vita...''

31/05/2023
UNKLE KOOK
''La surf music è stato un gioco all’inizio, è una musica divertente da suonare, e non è un genere così ingabbiato...''

tutte le interviste


interviste

07/12/2022   TANZOS
  ''Un fallimento temporaneo è inevitabile, ma spesso rappresenta un primo barlume di crescita e sviluppo...''

Ciao Mik, grazie per essere qui con noi! E’ da poco uscito il tuo EP di debutto “Win Fight Dream Lose”! Innanzitutto: non sei nuovo nella scena musicale, potresti presentarti ai nostri lettori che ancora non ti conoscono? ''Ciao, grazie per l’invito a condividere i miei pensieri con voi! Il mio nome è Mik Tanzos e sono un cantante/ cantautore/ produttore con base a Vienna, in Austria. Ho fatto parte di una band, gli Zeronic, per più di 10 anni e “Tanzos” è il mio nuovo progetto solista''.

Il tuo nuovo EP s’intitola “Win Fight Dream Lose”: 4 parole/verbi molto forti. Ce lo puoi spiegare un po’? ''Per me queste 4 parole sono parte integrante di quasi ogni processo. Chiunque metta passione nella vita e provi cose nuove passerà attraverso queste 4 fasi lungo la strada. Anche se il titolo può sembrare un po’ triste all’inizio, penso che può essere di gran conforto sapere che un fallimento temporaneo è inevitabile e spesso rappresenta un primo barlume di crescita e sviluppo''.

E’ questo un disco autobiografico? Qual è la sua genesi e c’è qualcosa di diverso in questi brani rispetto ai tuoi precedenti? ''Non lo descriverei necessariamente autobiografico, ma sicuramente personale. Forse un po’ come parlare con un amico leale e che ti supporta. Spero tanto che gli ascoltatori riescano a sentirsi coinvolti in questo tipo di conversazione con le canzoni. Tutti i pezzi vengono da un periodo in cui io ho deciso di scrivere solo canzoni dirette. E ho davvero voluto mantenere questa cosa fino alla fine, quindi togliere è stato un elemento fondamentale per quanto riguarda gli arrangiamenti e il processo di produzione''.

Ci sembra che il tuo stile sia piuttosto riconoscibile: una grande energia, ritmi martellanti, una vocalità robusta e un lirismo d’impatto. Come descriveresti la tua musica e il tuo stile musicale? ''Grazie mille per questo! E’ proprio così che vorrei essere. Forse potrei aggiungere che il mio stile è generalmente basato sull’uso della chitarra e molto orientato alla forma canzone''.

Potresti dirci qualcosa sul tuo processo creativo? Di solito come viene alla luce un tuo pezzo? Dove scrivi le tue canzoni abitualmente? Scrivi prima la musica o i testi? ''Anche se di solito scrivo i miei pezzi in studio, dove ho a portata di mano tante opportunità tecniche, ho scritto tutte le canzoni con l’aiuto di una piccola chitarra acustica e ho registrato le prime versioni prima sul mio telefono, solo chitarra acustica e voce. Di solito scrivo musica e testi insieme, almeno per quanto riguarda la prima direzione della canzone. A volte sono solo alcune righe e accordi. Una volta che ho stabilito il tema principale e le melodie, entro più nei dettagli per quanto riguarda i testi e la struttura''.

Quali sono i tuoi progetti futuri? ''Sono sempre al lavoro su nuove canzoni e spero di poter far uscire qualcosa di nuovo nella prima metà del 2023. E poi vorrei portare i miei pezzi in giro, spero anche in Italia!''.