Sono presenti 1271 interviste.

19/04/2024
ETTA
''Esporti come artista ti connette ad una parte interiore molto intima e sensibile, che può essere minata da chiunque...''

18/04/2024
SONIA VETTORATO
''Siamo un Paese estremamente arretrato in fatto di cultura musicale, e c’è poco rispetto per la figura del musicista...''

tutte le interviste


interviste

09/02/2023   ELENA FAGGI
  ''Scegliere di mettersi al primo posto, ascoltando cuore e mente...''

Come nasce il tuo progetto musicale? ''Il mio progetto musicale come cantautrice è nato dopo “Italia’s got talent”, a cui ho partecipato con mio fratello Francesco nel 2017. Quell’estate ho scritto la mia prima canzone e da lì non mi sono più fermata. Mio fratello, oltre ad essere anche lui un cantautore, è un producer e quindi abbiamo iniziato a lavorare insieme alle canzoni. Nel 2019 ho pubblicato il mio primo singolo “Numb” e da lì è iniziata ufficialmente la nostra collaborazione, fino ad arrivare a portare al festival di Sanremo la mia canzone “Che ne so”, scritta da me e prodotta/arrangiata da lui. A novembre ho pubblicato il mio primo EP “Prevedibile”, sei canzoni tutte collegate tra loro, e questo rappresenta per noi il primo capitolo di tanti che scriveremo insieme''.

Di cosa parla “Dito medio”? ''“Dito medio” è una canzone che parla di crescita, di un passo molto coraggioso e importante: scegliere di mettersi al primo posto, ascoltando cuore e mente, capendo che è meglio lasciare andare qualcuno piuttosto che continuare a soffrire''.

Ci sono degli artisti ai quali ti ispiri per il tuo progetto musicale? ''Mi rivedo molto in Billie Eilish, sia perché anche lei collabora con suo fratello (Finneas) sia perché abbiamo due voci simili. Come scrittura non ho degli artisti in particolare a cui mi ispiro, infatti, soprattutto in questi ultimi due anni, in cui ho scritto anche in italiano oltre che in inglese, ho cercato di creare il mio stile, in modo che sia originale e riconoscibile. Sicuramente però i cantanti che ascolto mi influenzano indirettamente, ascolto molta musica Pop/R&B, che è lo stesso genere che faccio anche io, in particolare H.E.R., Ariana Grande, Sza e Ed Sheeran''.

Hai affrontato il Festival di Sanremo in piena pandemia: com’è stata la tua esperienza? ''Il Festival di Sanremo è stato il traguardo più importante che ho raggiunto fino ad oggi, è stato incredibile cantare sul palco dell’Ariston la mia canzone “Che ne so”, scritta da me e arrangiata/prodotta da mio fratello Francesco. Tuttavia, sento di non aver vissuto appieno questa esperienza poiché è stato, di fatto, l’unico Sanremo senza pubblico e con restrizioni tali che mi impedivano di vivere tutto ciò che ci sarebbe potuto essere oltre all’esibizione. Ero l’unica artista ad essere diretta dal Maestro Beppe Vessicchio, un onore che non avrei neanche immaginato pochi mesi prima, eppure ancora oggi, ripensare alla presentazione della mia esibizione senza il pubblico ad applaudire, soprattutto per la sua presenza, mi fa ricordare quanto sia stata assurda quella situazione''.

Ti vedremo in concerto da qualche parte prossimamente? ''Sicuramente! Suonare live è la cosa più bella e magica di questo lavoro e non vedo l’ora. Ancora non so delle date di preciso, ma non appena le saprò le comunicherò subito sui miei canali social''.