Sono presenti 1286 interviste.

29/05/2024
CINELLI
''Il bisogno di ritrovare la propria parte più semplice, ingenua, bambina...''

28/05/2024
WORLDPLAN
''La nostra “evoluzione” ci sta portando verso un baratro da cui sarà difficile risalire...''

tutte le interviste


interviste

23/02/2023   UBERTONE
  ''Ogni pensiero fugace diventa una riflessione da mettere in musica...''

Fuori da venerdì 20 gennaio 2023 su tutte le piattaforme di streaming ''Meconio'', il primo album di Ubertone. Con questa raccolta, che spazia da intense ballate introspettive a piccole narrazioni caratterizzate una componente umoristica, il cantautore rodigino ci introduce al suo peculiare mondo poetico fatto di forti chiaroscuri, musicali ed emotivi.

Hai voglia di raccontarci un po’ chi sei? ''Da bambino dicevo che da grande avrei fatto l’inventore, come Doc di ''Ritorno al futuro''. Ora che grande lo sono, almeno anagraficamente, posso dire che quel lavoro lo sto facendo. Invento storie e melodie che possano veicolarle. Non ho inventato il flusso canalizzatore, questo è vero, ma dicono che anche una canzone possa farti viaggiare nel tempo''.

Come è nata l’ispirazione per il tuo album “Meconio”? ''Meconio non è frutto d’ispirazione, nel senso che mettere insieme i pezzi che lo compongono e confezionarli è stato un processo molto più pensato che venuto dal cielo. Molte di queste canzoni infatti esistevano ben prima che io compissi questa operazione. L’ispirazione però ha avuto un ruolo fondamentale nella stesura dei singoli pezzi, ogni volta in modo diverso. Nel momento in cui la tua (sana) ossessione diventa la scrittura di canzoni, tutta la realtà viene naturalmente filtrata attraverso la lente del songwriting: ed ecco che ogni episodio che vivi o a cui assisti diventa un’opportunità di racconto, ogni pensiero fugace diventa una riflessione da mettere in musica, ogni immagine che scorgi dal finestrino diventa uno spunto su cui fantasticare''.

Che cosa ascolti quando non sei impegnato nella creazione di nuovi pezzi? ''In realtà, per continuare il discorso di prima, si potrebbe dire che anche l’ascolto è una parte fondamentale del processo creativo: quella parte di assorbimento di input che poi il tuo cervello comincerà inconsciamente a mescolare e a ricombinare. Di musica ne ascolto tantissima, specialmente cantautorato, rock e rap. Da ragazzino facevo le compilation in cassetta per i miei compagni di classe, proprio come il protagonista di ''Alta Fedeltà''. Ora Spotify mi permette di fare lo stesso con le playlist, e devo dire che mi ci diverto parecchio''.

Che cosa possiamo aspettarci dal futuro di Ubertone? ''Altre canzoni, altri album. Ci sto lavorando tutti i giorni''.