Sono presenti 1271 interviste.

19/04/2024
ETTA
''Esporti come artista ti connette ad una parte interiore molto intima e sensibile, che può essere minata da chiunque...''

18/04/2024
SONIA VETTORATO
''Siamo un Paese estremamente arretrato in fatto di cultura musicale, e c’è poco rispetto per la figura del musicista...''

tutte le interviste


interviste

07/03/2023   THE CYBORGS
  ''Il blues, quello vero, primitivo, viscerale... quello degli anni '20 e '30... quelli erano bei tempi...''

Fuori da lunedì 27 febbraio 2023 per Bloos Records il nuovo singolo dei Cyborgs intitolato "Leave me and my woman alone". Con questo brano (prodotto dagli stessi The Cyborgs e Cristopher Bacco di Studio 2) il duo scova un blues direttamente dalla cantina di Robert Lee Burnside, un bluesman probabilmente poco conosciuto ai più, ma che è stato capace di influenzare le nuove generazioni arrivando fin dentro al rock. Black Keys, White Stripes e altri possono testimoniare. Non è la prima volta che The Cyborgs si tuffano nel Mississippi pescando le sonorità dell’Hill-Country Blues e rielaborandole alla loro maniera. Il risultato è indubbiamente molto interessante e per niente scontato. Curioso il fatto che in questo brano i Cyborgs decidano di ospitare un terzo elemento diventando per l’occasione un trio. La collaborazione, come per il precedente singolo “Goin’ To Chiks House” è con Harmonica Bulldog, e il risultato anche stavolta è esplosivo.

Come è nato il vostro duo? Risponde Cyborg-1, batterista e fondatore del progetto The Cyborgs: ''il progetto nasce dalla volontà di reinterpretare il blues inserendolo in un contesto ai limiti del surreale, dove 2 uomini presumibilmente venuti dal futuro, senza identità e coperti da una maschera da saldatore, cercano di diffondere l’antico verbo del blues. Questo il concetto, che ovviamente, come sempre accade in questi casi, vede la luce grazie all’incontro con persone che hanno fatto del blues la propria passione e ragione di vita''.

Come vi siete conosciuti e avete deciso di mettere in piedi il vostro progetto? ''Ci siamo conosciuti all’interno del circuito musicale italiano. In realtà in questo paese non siamo in moltissimi a suonare blues, per cui l’incontro probabilmente non è da ritenersi fortuito. Nel 2009 ho incontrato un ottimo chitarrista e interprete di blues, che di lì a poco prenderà il nome di Cyborg Zero... per 8 lunghi anni abbiamo girato mezzo mondo, poi le nostre strade si sono separate, e dal 2018 ad oggi l’avventura continua con un altro grande artista senza identità, che per mantenere l’anonimato ha preso il nome di Cyborg ZeroX''.

Come è nata l’ispirazione per il vostro ultimo singolo? ''Il nostro ultimo singolo “Leave Me And My Woman Alone” è stato inciso durante il recente lockdown, nel 2021, come del resto anche il precedente singolo e i prossimi in uscita quest’anno... l’ispirazione è stata data proprio dall’atmosfera post apocalittica che si respirava in quel periodo di pandemia...''.

Cosa ascoltate quando non siete impegnati nella creazione di nuovi pezzi? ''Ovvio, ascoltiamo il blues, quello vero, primitivo, viscerale... quello degli anni '20 e '30... quelli erano bei tempi...''.

Che cosa possiamo aspettarci dal futuro di The Cyborgs? ''Intanto per quest’anno sicuramente l’uscita di altri singoli che abbiamo inciso negli ultimi tempi... abbiamo deciso di non pubblicare un nuovo album ma di pubblicare ogni brano singolarmente... per il prossimo anno molto probabilmente è in cantiere un nuovo album e un best of...''.