Sono presenti 1267 interviste.

09/04/2024
MAZMA RILL
''La continua ricerca di nuovi approcci musicali, nuove melodie, nuovi suoni..''

09/04/2024
BETA LIBRE
''Arrivare ad anime alle quali la mia musica risuoni nel profondo...''

tutte le interviste


interviste

23/05/2023   THE ROCKER
  ''Ciò che accomuna tutti i nostri brani è un'energia unica, che appartiene solo a noi...''

Ampiamente anticipato dal singolo “Police on my Back” prima - magistrale versione del celebre manifesto rock degli Equals del 1967 - e poi con il singolo “They can’t kill your idols”, primo estratto inedito che la rete ci regala anche dentro un bel video ufficiale. E sono queste le premesse di un disco rock nel più totale dei modi: si intitola “Keep rock’n roll alive” il nuovo lavoro in studio di Edo Arlenghi e dei suoi The Rocker. E qui deviamo dal consueto tracciato dell’elettronica pop dei tempi moderni, della scena indie costellata tanto da liriche immediate e suoni programmati. Qui c’è il tocco in carne ed ossa di musicisti che riversano una vita di ascolti e di tradizione dentro i solchi di un disco che alla storia americana deve tutto… e non mancano certamente spunti di grande personalità, fosse solo per l’energia e la voce di Edo Arlenghi.

Si torna tra le pieghe del grande rock. Qualcuno disse che non serve mettere il distorsore alla chitarra… ''Ma infatti.Il vero suono più classico del rock’n’roll è dato dalla Gibson o dalla Fender e dagli amplificatori Marshall senza aggiungere nulla!''.

Per te cos’è davvero rock? ''Tutte quelle band che hanno fatto la storia del Blues e poi del Rock: Albert King, Robert Johnson, Jimi Hendrix, BB King etc... poi nel Rock: Elvis, Beatles, Rolling Stones, The Doors, Led Zeppelin etc...''.

E sono tanti gli stilemi classici che ripescate dentro questo disco. O sbaglio? ''Non proprio. In “Keep rock’n’roll Alive” ci sono influenze 80’s, anche qualcosa degli anni '90 ma sopratutto, ciò che accomuna tutti i brani, è un'energia unica che appartiene solo a noi...''.

Compreso un certo appeal spirituale… o sbaglio? ''Certo la spiritualità è una parte molto importante della vita in generale...''.

A proposito: anche la copertina unisce sacro e profano. Perché? ''Perché in copertina c’è la Madonna protettrice del Rock’n’Roll rappresentata come una bellissima donna. Con tanto di cuore sacro per l'attaccamento al genere ed il fulmine per trafiggere i miscredenti di altri generi musicali...''.

In tour? Dove ti troveremo? ''Le date che abbiamo ad ora sono: il 13 al Mid di Ornavasso, il 19 a Torino al Civico 25 e il 20 all'Alcatraz di Milano. E stiamo completando il tour estivo''.