Sono presenti 1271 interviste.

19/04/2024
ETTA
''Esporti come artista ti connette ad una parte interiore molto intima e sensibile, che può essere minata da chiunque...''

18/04/2024
SONIA VETTORATO
''Siamo un Paese estremamente arretrato in fatto di cultura musicale, e c’è poco rispetto per la figura del musicista...''

tutte le interviste


interviste

09/06/2023   TURBOSPETTRO
  ''Siamo in continua attesa di scoprire e ascoltare la novità che possa veramente entusiasmarci...''

Fuori da mercoledì 31 maggio 2023, con distribuzione Artist First, "Letale" è il primo singolo del progetto TURBOSPETTRO. Il duo alt-rock milanese debutta con un pezzo che è un vero e proprio inno alla libertà e alla bellezza selvaggia, il cui sound farà impazzire gli estimatori di band come Verdena, Ministri e Afterhours.

Avete voglia di raccontarci chi sono i Turbospettro? ''TURBOSPETTRO è un progetto Alternative-Rock nato nei primi mesi del 2020. Il nucleo principale è composto da Giulio Oldrini, Voce e Chitarra e Testi, e Davide Montorio al basso. Davide ed io [Giulio] siamo amici di lunga data, abbiamo suonato in varie band in passato e studiato musica assieme. All’inizio del 2020 sono rimasto colpito da una combo di eventi catastrofici: i giganteschi incendi in Australia, una quasi guerra tra Iran e USA dopo che Trump diede l’ordine di eliminare un generale iraniano su territorio iracheno, e l’eco lontano di un misterioso virus che si stava diffondendo in Cina. Tra gennaio e febbraio di quell’anno ho scritto [Giulio] una canzone che parlava di questi fatti, era una canzone molto diretta e che manifestava tutta la frustrazione mia e di una generazione impotente di fronte alle scelte di capi di stato guerrafondai e ciechi davanti al pericolo imminente del cambiamento climatico. L’ho fatta ascoltare a Davide e a lui è subito piaciuta e abbiamo messo in piedi questo nuovo progetto. Poi subito dopo c'è stato l’avvento del covid e nei due mesi di lockdown ho scritto tantissimo, la mia vena creativa si è risvegliata come un fiume in piena, ho scritto più di 20 canzoni. Così appena si è potuto, a maggio siamo tornati a provare i pezzi, più carichi che mai, e il progetto è partito con naturalezza. Dopo vari cambi di formazione abbiamo registrato nel 2022, al Blap Studio di Antonio Polidoro, 4 canzoni''.

Perché avete scelto proprio “Letale” per il vostro esordio ufficiale? ''Abbiamo scelto ''Letale'' perché tra le 4 canzoni registrate è la più diretta, ha un’attitude punk-rock molto prepotente, ha un bel modo e un bel testo, ed era quella che secondo noi si prestava meglio per la sua forza ad essere il nostro cavallo di troia per tuffarci nel mercato musicale''.

Che cosa ascoltate quando non siete impegnati nella creazione di nuovi pezzi? ''Entrambi abbiamo sempre il cuore negli anni '90 e nel decennio 2000-2010, quindi spesso ascoltiamo band di quelle decadi. [Giulio ] Io, ultimamente, le cose più nuove che ascolto sono in ambito Alt-Rock: sono The Mysterines, Kid Kapichi , Calva Louise e Viagra Boys. Tra le band Italiane rock e alternative rock, ascolto tanto Zen Circus, Fast Animal And Slow Kids, Motta , Ministri , Verdena. Tra i dischi pop indie ho ascoltato il nuovo album de Lo Stato Sociale e mi è piaciuto davvero tanto, molto diretto, molto critico verso il nostro caro vecchio sistema capitalista, “Pompa il debito'' e ''Anche i Ricchi Muoiono” sono due canzoni che vorrei suonare con loro su uno stesso palco. Tra i cantautori Indie, ho ascoltato il disco di un mio amico di Firenze, “Costì”, che ha scritto un album davvero degno di nota. Stimo molto le rock band composte da donne o che abbiamo una "frontwoman", il rock ha assolutamente bisogno di uno sguardo femminile e spero siano sempre di più onestamente. Tra quelle che sto ascoltando negli ultimi tempi ci sono le Bambole di Pezza che stanno andando molto forte. [Dave] Io invece ascolto spesso gruppi come i Biffy Clyro a cui sono molto legato ed appassionato, nonostante le ultime uscite che virano più sul mainstream. Mi piacciono molto gruppi più particolari come i Don Broco, Foals e gli Enter Shikari. Inoltre, suonando il basso, prediligo band come Jamiroquai o Vulfpeck dove il groove è padrone assoluto. Tornando in Italia, invece, rimango un fan di gruppi come Afterhours, Ministri, Verdena e di cantautori come Brunori. Sono in continua attesa di scoprire e ascoltare la novità che possa veramente entusiasmarmi''.

Che cosa possiamo aspettarci dal futuro dei Turbospettro? ''Come prime cosa a fine mese uscirà il video di ''Letale'', e poi ci stiamo preparando per una serie di live seguite dall’uscita del nostro secondo singolo “2030”''.