Sono presenti 1271 interviste.

19/04/2024
ETTA
''Esporti come artista ti connette ad una parte interiore molto intima e sensibile, che può essere minata da chiunque...''

18/04/2024
SONIA VETTORATO
''Siamo un Paese estremamente arretrato in fatto di cultura musicale, e c’è poco rispetto per la figura del musicista...''

tutte le interviste


interviste

28/07/2023   KOSMOSA CLUB
  ''Qui ognuno porta le sue influenze e gli altri le accolgono sempre...''

Fuori da mercoledì 21 giugno 2023 per Tuma Records "Kosmosa Club Ep", il primo lavoro autoprodotto dell’omonima band, un disco di 5 tracce che unisce atmosfere e componenti di un immaginario cosmico, a suoni psichedelici e sintetici, con intensi richiami al sound tipico degli anni ’70. Il concetto di Kosmosa Club ruota attorno a una rappresentazione onirica di un luogo indefinito, frutto dell'immaginario di chi ascolta, ricreato e rimodulato a proprio piacimento, estratto dalla realtà. All’interno di questo luogo, l'ascoltatore è pura espressione del suo essere, immerso e connesso con la propria coscienza e le proprie emozioni, senza barriere e limiti. I Kosmosa Club si identificano come fruitori ed ascoltatori a loro volta di nuove suggestioni, e custodi di queste, le trasformano in parole e suoni.

Avete voglia di raccontarci brevemente chi sono i Kosmosa Club? ''I Kosmosa Club nascono nel 2018 da un gruppetto di amici, tutti classe 00', che già suonavano insieme condividendo idee e ascolti. Pian piano siamo arrivati alla decisone di formare una band con un obiettivo preciso, ovvero quello di scrivere canzoni originali, soprattutto con le nuove influenze che stavamo ricevendo dalla musica che ascoltavamo insieme e che ancora oggi condividiamo (prima avevamo avuto tutti un'esperienza con le cover degli Arctic Monkeys/Strokes/Franz Ferdinand, o con dei repertori funk degli Earth Wind and Fire e Stevie Wonder)''.

Come è nata l’ispirazione per il vostro primo EP? ''Il nostro primo EP nasce con l'idea di accostarci a nuove sonorità che più catturavano la nostra ispirazione, immaginazione e curiosità e che tutti noi apprezzavamo. In primo luogo abbiamo pian piano imparato a trattare un nuovo genere e soprattutto i suoni molto delicati con cui non avevamo a che fare prima. In fin dei conti il cambiamento e la decisone di adottare una nuova estetica è stato naturale, anzi naturalissimo, infatti le canzoni sono uscite fuori in maniera genuina''.

Che cosa ascoltate quando non siete impegnati nella creazione di nuovi pezzi? ''Passiamo molto tempo insieme quindi ogni giorno si parla di musica, delle ultime uscite e anche di ciò che è stato prima. Aspettiamo che esca sempre qualcosa di nuovo e qualcosa di sempre meglio, quindi stiamo li a curiosare e aspettare i venerdì quando escono nuovi album o singoli per poi ascoltarli insieme, magari in qualche campagna di notte o in qualche garage. Ascoltiamo un bel po’ di musica, ognuno ha le sue preferenze. La cosa bella è che ognuno di noi, ovviamente, ha i suoi generi di riferimento ma è sempre in costante ricerca e quindi sempre in fasi diverse. Ascoltiamo Funk, Nujazz, Neo-soul, Neo-psychedelia, elettronica, house, disco, techno, Dreampop, colonne sonore degli anni '70 e chi più ne ha più ne metta. Ognuno porta le sue influenze e gli altri le accolgono sempre''.

Cosa possiamo aspettarci dal futuro dei Kosmosa Club? ''Dei Kosmosa del futuro non possiamo anticipare nulla di particolare, con la consapevolezza del fatto che siamo sempre stimolati da tematiche e musiche nuove. Abbiamo tanta musica da far uscire. Chissà poi in che fase saremo tra qualche anno... Ora saremo in giro a promuovere l'EP e speriamo di conoscere gente fantastica e divertirci''.