Sono presenti 1267 interviste.

09/04/2024
MAZMA RILL
''La continua ricerca di nuovi approcci musicali, nuove melodie, nuovi suoni..''

09/04/2024
BETA LIBRE
''Arrivare ad anime alle quali la mia musica risuoni nel profondo...''

tutte le interviste


interviste

19/10/2023   HYNDACO
  ''Dietro l'angolo abbiamo sempre un Jimi Hendrix in agguato che mette tutto in reverse...''

Ciao ragazzi, benvenuti su Music Map. Cosa ci raccontate di tutto quello che sono stati gli Hyndaco prima dell’uscita del vostro nuovo singolo ''Dandelion Dreams''? ''Si può dire che abbiamo una storia travagliata. Cambi di line-up, un passato psichedelico, ma alla base c'è sempre stata quella voglia latente di spaccare tutto e quindi anche una certa aggressività nel sound. Amiamo perderci nei riverberi e nelle distorsioni ma, purtroppo, le due cose assieme aumentano vertiginosamente i db''.

Andiamo proprio al singolo. Di cosa parla e quanto ci avete messo per terminarlo? ''Dandelion Dreams rappresenta la nostra attuale necessità di ricercare emozioni forti. Contro "il logorio della vita moderna" che ci spinge goccia dopo goccia all'implosione, passiamo giornate intere su "Mercatino Musicale" dove ci sono sempre una valanga di pedali usati di ogni tipo. Li compriamo o li scambiamo, li portiamo in sala prove e scriviamo canzoni come Dandelion Dreams''.

Siete una band indipendente sotto tutti i punti di vista. Per voi questa rappresenta una caratteristica fondamentale o in futuro vorreste approdare in una label? ''Essere indipendenti ci dà molta flessibilità e tanti oneri. L'erba del vicino è sempre più verde e anche per questo cerchiamo di guardare oltre la siepe. Per il futuro siamo aperti a tutto perché non siamo dei nostalgici e il passato spesso è peggio di quanto si possa ricordare, a parte quando va tutto bene''.

Come interagite tra voi in studio di registrazione e anche prima, in fase di scrittura? ''Si discute sempre e dovunque, forse anche troppo: in sala prove, in studio, in macchina alle due di notte o in qualsiasi altro luogo. La costante è questo strippo generalizzato. Per ogni passo avanti se ne fanno due indietro, fino ad abbandonare, ovvero a chiudere le canzoni così da poter passare ad altre. Non siamo maniaci della perfezione perché è uno stadio mentale che non ci appartiene''.

Quali sono i vostri ascolti più frequenti in questo periodo? ''Fugazi, White Stripes e Queens of the Stone Age sono i gruppi a cui vorremmo rifarci ora. Ma dietro l'angolo c'è sempre un Jimi Hendrix in agguato che mette tutto in reverse''.

A quanto il prossimo singolo e magari un disco completo? ''Il 18 ottobre è uscito "Radioaktiv", il nostro secondo singolo. Ma è il 22 novembre è la data da segnare per l'uscita di "No Ball Games", il nostro nuovo album''.