Sono presenti 1247 interviste.

27/02/2024
LABOA
''L’urgenza di esprimere le proprie emozioni e di condividerle è un bisogno primario dell’umano...''

23/02/2024
GABYLO
''In un tempo in cui sono aumentati, problemi, difficoltà e dolori, cerco di portare l’attenzione sulle cose piacevoli e belle della vita...''

tutte le interviste


interviste

30/11/2023   GINTSUGI
  ''Osservo un po' dove mi porta la mia voglia e le strade che apre...''

La cantautrice e musicista Gintsugi ha di recente pubblicato l'ottimo disco "The Elephant in the Room", un labirinto di sensazioni con indizi di avant-pop, teatro, influenze internazionali. Ecco la nostra intervista con lei.

Ciao, ci racconti da quali idee e ispirazioni nasce “The Elephant in the Room”? ''The Elephant in the room È un'espressione idiomatica inglese che indica una questione evidente agli occhi di tutti, ma di cui nessuno osa parlare; senza dubbio si collega alle tematiche trattate nelle canzoni, di cui poco si parla, o di cui si parla in maniera prescritta, come se ci fossero delle cose assolutamente giuste o assolutamente sbagliate da dire''.

Come hai utilizzato la tua esperienza in Francia per arricchire il contesto sonoro e tematico dell'album? ''Sono stata ispirata dal gruppo francese Mansfield TYA per una canzone; in Francia ci vivo da quasi vent'anni però le mie ispirazioni sono soprattutto anglofone in realtà''.

Qual è il tuo processo di selezione per collaboratori e come hanno contribuito alla tua visione artistica? ''Non li ho selezionati, mi hanno trovato oppure li ho trovati lungo il cammino. La mia visione artistica devo dire che è mia, i collaboratori intervengono parecchio dopo, almeno per il momento. Le persone che ho sentito più vicine sono per esempio Nico Note, la mia insegnante di canto (ed artista straordinaria) che mi ha dato spunti sia per il costume, sia per le voci – se ''Mon coeur'' non è tutta in voce modificata, lo devo a lei che mi ha detto 'ci vuole la tua voce' e che mi ci ha fatto riflettere; che mi ha incoraggiato sulle voci acute e brillanti di ''Complete''; poi ci sono delle ispirazioni artistiche più o meno distanti; il mio professore di produzione che mi ha insegnato a produrre su Logic. Queste persone qui sono state determinanti''.

Qual è il messaggio chiave che speravi di trasmettere attraverso la tua musica in questo momento di crisi? ''Non ho un messaggio chiave, o il messaggio chiave lo interpreta chi ascolta; a seconda di cosa è pronto a ricevere''.

Come immagini che la tua musica possa evolversi nel futuro alla luce delle esperienze raccontate in questo album? ''In questo momento sono in immersione nella musica di David Bowie e penso che prenderò sicuramente qualche ispirazione da lì. Non ho nessuna idea di come si evolverà ma osservo un po' dove mi porta la mia voglia e le strade che apre; sicuramente mi piace cambiare e quindi cambierà anche la musica''.