Sono presenti 1271 interviste.

19/04/2024
ETTA
''Esporti come artista ti connette ad una parte interiore molto intima e sensibile, che può essere minata da chiunque...''

18/04/2024
SONIA VETTORATO
''Siamo un Paese estremamente arretrato in fatto di cultura musicale, e c’è poco rispetto per la figura del musicista...''

tutte le interviste


interviste

14/12/2023   BUCOSSI
  ''Sarebbe bello se il panorama musicale fosse davvero diversificato e non semplicemente affollato...''

Bucossi, artista e cantautore romano, sta costruendo questa fase della sua carriera con un buon numero di singoli intelligenti, creativi e un po' fuori dalla norma del pop di oggi. L'ultimo in ordine di tempo è "Gli dei non sanno": gli abbiamo rivolto qualche domanda.

Puoi condividere il processo creativo dietro la ballata acustica sognante "Gli dei non sanno"? ''La stratificazione è sicuramente il risultato della scrittura a 4 mani con Alessio D'Auria. Di base c'era la volontà di non chiuderla nella struttura strofa-ritornello-strofa-ritornello, e poi sicuramente la volontà di divertirsi a cercare soluzioni armoniche diverse''.

Anche questo brano, come altri tuoi precedenti, ha un sapore abbastanza “cinematografico”. Qual è il tuo genere cinematografico preferito e quali film ti ispirano di più a livello musicale? ''Piú che un genere mi ispirano alcuni registi: Michael Cimino, Jim Jarmusch, Baz Luhrmann, Woody Allen, Nicolas Winding Refn, Clint Eastwood''.

In che modo le tue esperienze personali si riflettono nella tua musica? ''Penso che come per tutti si riflettano in maniera determinante, anche se non sono quasi mai totalmente autobiografico nei testi. Mi piace lasciare degli indizi nelle interpretazioni alternative dei testi. A livello strettamente musicale ogni mia canzoni è influenzata dalle band o dai cantautori (quasi sempre stranieri) con cui sono in fissa in quel momento''.

Come affronti la sfida di mantenere la tua individualità artistica in un panorama musicale sempre più diversificato? ''Sarebbe bello fosse davvero diversificato e non semplicemente affollato e in quel caso sarei ben felice di appartenere a una corrente. È un problema che non mi pongo''.

Quali sono le tue aspettative per il futuro della tua carriera musicale? ''Non ho aspettative definite: spero di continuare a scrivere canzoni e di avere sempre la possibilità di produrle nel migliore dei modi possibili. Sembra scontato ma non lo è affatto''.