Sono presenti 1267 interviste.

09/04/2024
MAZMA RILL
''La continua ricerca di nuovi approcci musicali, nuove melodie, nuovi suoni..''

09/04/2024
BETA LIBRE
''Arrivare ad anime alle quali la mia musica risuoni nel profondo...''

tutte le interviste


interviste

21/12/2023   DEIRA
  ''A volte mi sento come se avessi delle parole incastrate tra i denti...''

Fuori da venerdì 8 dicembre 2023, TRAMILLECOSE il nuovo singolo di Erica Meneguzzo in arte DEIRA, la cantautrice vicentina che si era fatta conoscere al suo esordio come IononsonoeriKa. Ritorna con un nuovo brano, questa volta ci fa conoscere un nuovo lato, dalle note intime ed invernali ma allo stesso tempo dai toni caldi e avvolgenti. È un brano leggero, spensierato, è una canzone felice, ma allo stesso tempo dalle connotazioni un po’ nostalgiche come l'autrice vicentina sa unire. Il brano è stato prodotto da Alex Marton, Damiano Ferrari e Luca Stefani.

Come è nata l’ispirazione per il brano “Tramillecose”? ''Tutto quello che nasce, musicalmente parlando, parte da ciò che sento dentro. In questo caso, ero innamorata, ma non sapevo come dirlo all'altra persona, per cui ho annotato la sensazione, come mi sentivo sul block notes del cellulare: mi sentivo come se avessi delle parole incastrate tra i denti. Questa canzone è nata proprio da questa immagine, settimane dopo ho ripreso questo concetto in musica ed è nata Tramillecose''.

Che cosa ascolti quando non sei impegnata nella creazione di nuovi pezzi? ''Devo dire che negli ultimi anni mi sono avvicinata alla musica italiana, mentre prima ero proiettata più sulla musica internazionale, pop / rock. Per dire cosa ascolto dipende dalle situazioni, e il momento in cui sto. Di recente mentre mi preparo per uscire ascolto Taylor Swift, mi mette una vibe positiva''.

Ci racconti un aneddoto direttamente da un tuo live? C’è mai stato un momento che ti è rimasto impresso? ''Ce ne sono tantissimi. Forse uno dei più belli è stato quando ad uno dei primi concerti, un paio d'anni fa, avevo appena cambiato chitarra, e ho chiesto al pubblico se avessero proposte su come chiamarla. Poco dopo il mio chitarrista, Roberto, mi passa un bigliettino che arrivava dal pubblico, e c'era scritto Terra e Felis, erano due proposte scritte da due bambini, e d'allora la mia chitarra è stata battezzata Terra Felis''.

Che cosa possiamo aspettarci dal futuro di Deira? ''Sono per indole una ragazza che si mette sempre in discussione, che non è mai completamente soddisfatta, e a volte vorrei/ dovrei un po' esserlo… Per cui mi aspetto sempre il meglio da me, ricerco sempre un'evoluzione da me stessa, pretendo sempre molto da me. Spero col tempo di raggiungere un pubblico più ampio, spero che la gente s'innamori di quello che faccio, della mia musica, della mia persona. Ogni cosa ha il suo tempo…''.