Sono presenti 300 interviste.

17/07/2018
MIKE HUMAN
''Il mio album rappresenta il cammino che mi ha portato fino a qui...''

10/07/2018
BRUNO MANTRA
''Delle Donne stanno facendo squadra per altre Donne...''

tutte le interviste


interviste

05/08/2016   HEY TU
  ''Il Paese Italia deve credere di nuovo che l'arte sia una risorsa...''

Una breve intervista a Riccardo Tasselli, alias Hey Tu. Raccontaci il tuo passato, da che esperienza vieni? ''Sono un chitarrista, in origine, partito dalla chitarra classica per approcciare a un po' di jazz, e infine approdato al mio genere preferenziale, il pop con influenza rock blues, funky... Piu avanti ho iniziato a studiare canto, e ho messo a punto una mia tecnica personale. Mi è sempre piaciuto anche comporre, registrare piu strumenti, anche utilizzando drum machines. I miei primi gruppi sono nati a Firenze, poi ho avuto delle esperienze di autoproduzione, partendo dal progetto Stea, col quale ho suonato ad alcuni concorsi, tipo Sanremo rock, Samigo, Tourfestival etc. E registrato i primi cd, e un brano dance. Distribuzione Believe. Poi tre anni fa parte il progetto Le Ali col quale ho autoprodotto ben tre cd, uno live e due in studio, distribuiti da Zimbalam. La mia nuova creatura si chiama HEY Tu, si tratta in effetti di un progetto attualmente One Man Band''. Parlaci del tuo nuovo cd ''Respiro''. ''I brani che ho suonato in passato, ormai non li sentivo piu miei, troppe cose cambiate, la mia tecnica rinnovata, arrangiamenti ormai non piu attuali… Quindi sono ripartito recuperando dal materiale precedente, e studiando nuovi arrangiamenti, revisione dei testi, nuovo sound piu personale. Nel frattempo, ho sviluppato ulteriormente il mio lato One Man Band, diciamo una maniacale cura della effettistica, con effetti di emulazione violini da effetti reverberi,organi emulati, il suono della chitarra che passa attraverso un octaver per avere delle frequenze anche di basso, e uso intensivo di looper e drum machine, che piloto dal vivo, mi ha messo in grado di suonare direi quasi (risate) come una band! Non escludo in futuro di affidare le parti di batteria a un musicista reale o trovare un bassista interessato a unirsi al progetto, dal vivo…''. Come hai registrato il cd? ''Volevo in realta ricreare un effetto live... ho registrato in precedenza in modo classico, cioè in studio, ad esempio come sai, per la voce si registrano 2.3 take, poi si fa il lavoro di scelta fra le tracce, ottimizzando i difetti, livellando, fino ad arrivare al mix finale, livelli e master. Questa volta mi sono voluto sfidare, il cd è stato realmente frutto di una unica take, senza interruzione, senza sovra incisioni, e senza ritocchi sui brani. Quindi nel bene e nel male, accettando alcune imprecisioni che mi piacciono perché sono umane, il suono che propongo è completamente semplificato: un musicista, alle prese in diretta con la sua chitarra, voce, looper, drum machine ed effetti, che simula una esibizione live. Spero che questo dia un sapore diverso dalle normali produzioni. Potrà sembrare una idea troppo semplice, ma spero che arrivi piu emozione e piu feeling umano, poi vedremo cosa dirà chi lo ascoltera''. La distribuzione? ''Ho scelto Cd Baby, mi pare interessante per la triplice vetrina che ha sia nel suo shop, che come distribuzione fisica, fino alla digitale sui molti Stores quali Itunes, Amazon etc.''. Come vedi la scena musicale attuale? ''Una domanda che ritorna spesso, fra i musicisti e addetti ai lavori… Credo che Internet sia stato un passo epocale dal quale non si puo tornare indietro, con vantaggi di comunicazione globale, e di condivisione, anche gratuita anzi... soprattutto! (risate). Nello stesso tempo il sistema mi pare non abbia ancora assorbito il cambiamento, quindi, discesa dei profitti sulle vendite dei cd (vero che si vende più online, ma... quanto si scarica gratuitamente?). E decisamente minori investimenti, da parte di etichette major e non solo, minor numero di persone che lavoravano dal punto di vista dello scouting, promozione, organizzazione live etc. Se prima un vinile era visto come un oggetto scelto e custodito con passione, adesso il cd, che può essere registrato, o condiviso, oppure scaricato in download free da Youtube ad esempio, e masterizzazato a casa, credo abbia cambiato le abitudini non poco. Vero che se sono un fan, il cd lo compro come oggetto di coesione con la band amata, però… Inoltre l'esposizione sui canali video e social, ha tolto forse un certo alone di fascino e mistero alle band, forse è troppo facile seguire tutto da un pc o un ipad, o smartphone… In Italia la crisi credo sia maggiore rispetto agli States, o Inghilterra, per citare il classico riferimento estero''. Cosa vorresti cambiasse in Italia? ''Dunque, qui ci sono molte risorse umane che non vengono affatto valorizzate o messe in condizioni di potersi esprimere. Credo davvero che siamo un popolo di artisti, e anche in ambito musicale potrebbero uscire gruppi incredibili… Ma non si riesce spesso perché tutto viene ostacolato in partenza. Le mie idee sono che il Paese Italia deve credere di nuovo che l'arte sia una risorsa, umana ed economica, anche importante. Parlando di musicisti, mettiamo in grado le band di poter suonare dal vivo, e magari incentiviamo la musica inedita, sgravando il circuito dei locali medio piccoli, il più possibile, da tasse che in un anno di programmazione live incidono. Io so che i musicisti partono proprio dai piccoli pub, dai locali anche con venti persone, ecco su questo circuito musicale viene fatta la gavetta, prima della crisi molti gestori si prendevano in carico questa attività, ma adesso con meno gente che esce, spesso diventa un peso e alla fine mollano. Inoltre a me sembra tutto cosi ingabbiato, se esci e vai per strada in altri paesi, ti prendi una chitarra, ti metti a suonare ogni dove, in un parco… per strada, in metropolitana, tutto molto piu libero, arte significa… vita! Fare circolare la musica in modo piu libero, incentivare gli ascolti di musica italiana, creare una nuova onda di musica inedita, perché se i ragazzi vedessere uno sbocco tornerebbero ancor di piu a impegnarsi… già adesso esiste comunque un movimento sommerso di band che non riesce a uscire, facciamoli uscire, creiamo nuovo interesse, questo per la musica come in altri settori artistici''. Progetti futuri? ''Bene, suonare dal vivo, in versione One Man Band o accorpando eventuali nuovi compagni di viaggio! Pronuovere il cd, sui canali possibili, per un indipendente quale io sono (web, social, le radio che saranno interessate, far circolare il nome Hey tu, a fanzine, gruppi di interesse musicali)''. Lasciaci i tuoi riferimenti, sia del cd che personali. ''Eccoli, un saluto a tutti!''

Links:
http://www.cdbaby.com/cd/heytu
http://www.musicadalvivofirenze.it
https://www.facebook.com/Hey-Tu-263581630687077/
https://plus.google.com/u/2/111199418169961211088
https://twitter.com/heytumusica
https://www.instagram.com/heytumusica/
https://soundcloud.com/heytumusica