Sono presenti 259 interviste.

23/11/2017
BLOWOUT
''Riacquisire la possibilità di autodeterminarsi dopo aver toccato il fondo...''

22/11/2017
MATTEO PASSANTE E LA MALORCHESTRA
''Questo disco è quello che c’era nel fondo del mio stomaco...''

tutte le interviste


interviste

14/11/2017   NOX
  ''Siamo uno sconclusionato trio in cerca di un tranquillo caos in cui rilassarsi...''

Ciao ragazzi, ci raccontate quando e come nascono i Nox? ''Ciao! In realtà è una storia abbastanza comune a tante altre band: ci siamo conosciuti tra i banchi di scuola e siamo cresciuti insieme personalmente e musicalmente. Abbiamo attraversato varie fasi dal punk all’hard rock fino ad arrivare ad oggi: uno sconclusionato trio in cerca di un tranquillo caos in cui rilassarsi''.

Come descrivereste il sound della band? ''Ci piace definirci Alternative Pop nel senso più letterale del termine. Stiamo sviluppando un modo tutto nostro di proporre brani dalla struttura tipicamente pop sorretti da sonorità che variano dal celtico all’alternative piuttosto che all’elettronico, mescolando analogico e digitale. Lavoriamo per contestualizzare ciò che abbiamo sempre ascoltato in chiave contemporanea, senza limiti su suoni da utilizzare, senza avere il pregiudizio di dire “questo brano deve suonare così”. No. Ogni canzone può essere riarrangiata in mille maniere diverse se si ha la mente abbastanza aperta. Tentiamo di scrollarci di dosso quel razzismo musicale-snob in cui, purtroppo, è facile cadere quando si imbraccia uno strumento e ci si appassiona al mondo delle sette note. Non c’è un genere più bello degli altri. Lo spunto buono può arrivare da chiunque''.

Quali sono gli artisti a cui vi ispirate o che sentiti più affini? ''La Gran Bretagna ci ha sempre affascinato. Ma in questa nostra nuova fase stiamo cercando di non ispirarci in un unico senso ma di orizzontalizzare il nostro pensiero''.

C'è un messaggio particolare che volete diffondere attraverso la vostra musica? ''Esattamente quel che abbiamo detto prima: non abbiate pregiudizi, in nessun campo. Non si può vivere nel passato e rifiutare di vivere il presente. E’ assurdo quanto stupido. Un bel momento è reso tale dal fatto che in quel preciso istante non stiamo pensando a com’era bello il passato o come sarà il futuro: tutte le nostre energie sono concentrate nel presente. Questo è l’approccio più sano alla vita''.

Parliamo brevemente del nuovo disco. La prepromozione è stata piuttosto massiccia con ben tre singoli. È stata una scelta della band o c’è stato lo zampino della vostra etichetta discografica? ''Guido e Ale ci hanno dato un percorso da seguire e questo è stato ciò che ha fatto uscire il cd. Il nostro problema era che non ci organizzavamo il lavoro, o meglio lo facevamo nel lungo termine e questo ci frenava. Loro ci hanno insegnato a lavorare nel breve termine, passo dopo passo, e i risultati si vedono eccome''.

Quale è l'esperienza più gratificante legata alla band che avete vissuto fino a questo momento? ''Leggere I commenti dei nostri fan sulle nostre canzoni. Vederli citare una parte del testo, quali emozioni hanno provato nell’ascoltarle. E’ una sensazione unica e diventa difficile farne a meno''.

Quali sono i progetti futuri per i Nox? ''Vogliamo continuare al massimo la promozione del disco. A breve faremo la presentazione ufficiale e poi vorremmo organizzare delle date per suonarlo in più posti possibili. Faremo un nuovo video clip, a breve ci incontreremo con la nostra video maker di fiducia (Stefania Carbonara), per lavorare alla sceneggiatura e limare I dettagli. Finite tutte queste cose abbiamo già più di 30 canzoni su cui lavorare per il prossimo album, siamo solo all’inizio...''