Sono presenti 325 interviste.

14/11/2018
LAMAREA
''La nostra voglia di cercare sonorità diverse, un po' più concrete...''

11/11/2018
ALE SOL
''Sui social sembra tutto facile, mentre la vita è fatta anche di difficoltà...''

tutte le interviste


interviste

01/07/2018   LENE
  ''Canto il problema del lavoro, ciò che affligge maggiormente i giovani di oggi...''

Abbiamo incontrato la cantautrice milanese Lene: in maggio è uscito il suo ultimo singolo “Domani è un altro giorno”.

Ciao Lene, parlaci di questo brano che tocca una tematica molto attuale, perfettamente in linea con il periodo che i giovani stanno vivendo in questo momento. ''Ciao! Allora, questo è un brano che prima di ogni cosa vuole essere ironico. Non perché il tema trattato sia di poco conto, anzi, ma perché sono una a cui piace sdrammatizzare. Il problema del lavoro è un problema reale della mia generazione, ed è sicuramente ciò che affligge maggiormente i giovani di oggi. Questo poi genera anche una certa instabilità nelle relazioni e una nostalgia nei confronti del passato, quando si era bambini. Mi è venuto spontaneo parlare di questo tema ma, dato che non sono una che si prende troppo sul serio, ho voluto sdrammatizzare il tutto con una melodia allegra e in maggiore creando dei contrasti''.

Sei una giovane artista ma già in possesso di un curriculum artistico non da poco. Quando hai pensato seriamente di iniziare a lavorare in questo settore? ''In realtà l’ho sempre saputo! Ho iniziato a cantare e suonare il piano da bambina, poi col tempo ho studiato e fatto le mie esperienze. Sono spesso rimasta delusa da come andavano le cose ma dentro di me c’è sempre stato qualcosa che mi ha spinto ad andare avanti e a continuare per questa strada. Seriamente credo di averlo deciso a 18 anni, dopo il liceo!''.

Nel video ho notato due contrasti: l’estrema periferia e un tetto che si affaccia sul centro di Milano, dove appari sempre sorridente nonostante il testo parli di un tema triste e reale. ''Anche il video, come il brano, vuole enfatizzare il contrasto. Non è molto coerente cantare tutta sorridente e floreale in una discarica, oppure stare a penzoloni su un tetto. Il discorso è sempre quello: non avrebbe avuto senso, secondo me, trattare un tema del genere in modo triste e sconsolato. Ho preferito essere ironica, anche nel video!''.

Ci sono artisti del panorama musicale italiano a cui ti ispiri? ''Io non sono una grande conoscitrice della musica italiana attuale. Questo perché i miei punti di riferimento fanno parte del panorama internazionale… i Beatles, Billie Holiday, Amy Winehouse, Lana Del Rey. Preferisco nettamente la musica italiana del “passato”: Lucio Battisti e Mina sono due artisti che adoro''.

Quali sono i progetti per questa estate e per il futuro? ''Ho in programma un EP, che presumibilmente uscirà in autunno. Quindi quest’estate spero e credo di scrivere tanto!''. (Edda Forlini)