Sono presenti 324 interviste.

11/11/2018
ALE SOL
''Sui social sembra tutto facile, mentre la vita è fatta anche di difficoltà...''

06/11/2018
ESMA
''Il mio sogno più grande è che un giorno una mia canzone condisca un momento importante della tua vita...''

tutte le interviste


interviste

04/07/2018   GIUSEPPINA TORRE
  ''La musica è sacrificio e disciplina, non tutti possono fare questo mestiere...''

Ciao Giuseppina, hai vinto molti premi in America: eri in nomination per gli International Music And Entertainment Awards del 2018, prestigioso premio che seleziona musicisti di tutto il mondo, produttori e interpreti di musical, nelle categorie “Classical Artist Of the Year”, “Classical Song Of The Year” con “Mirabilis Mundi”. Vuoi raccontarci come ti sei sentita a rappresentare il nostro paese essendo l’unica artista italiana in gara? ''Ciao Edda, ti confesso che la mia fortuna iniziò nel 2012 quando fui selezionata per gli International Music And Entertainment Awards. All’inizio cestinai la mail, in seguito mi ricontattarono e da lì iniziò a prendere forma il mio percorso artistico. Vinsi due Awards quell’anno, di cui uno come “Migliore Performer”, e registrai il mio primo disco con la Sony. Ho portato a casa 10 International Awards, per me è stata una grossa soddisfazione. Questi premi sono arrivati dopo un momento difficile della mia vita. Avevo perso la speranza, sono stata massacrata sotto tutti i punti di vista: non mi sentivo più mamma né donna, avevo perso la mia autostima. Per questo voglio essere un buon esempio di donna per chi è stata vittima di violenza come me, mostrando come ci si può sollevare e iniziare una nuova vita. Il destino, nel momento buio della mia vita, mi ha fatto incontrare Fatima Dell’Andro che mi ha raccolto e pregato di non spegnere la mia creatività di artista, compositrice e non smettere di emozionare il pubblico''.

In occasione dell’evento Piano City ho assistito al tuo live in un luogo prestigioso della città. Ci saranno altre date? ''Mi esibirò il cinque luglio con la famosa Soprano Angela Gragnaniello dove eseguiremo per la prima volta in Italia il famoso brano “Mirabilis Mundi” presso l’istituto Martuscelli di Napoli''.

Ho notato che ti emozioni durante l’interpretazione dei tuoi brani e questo mi ha coinvolto notevolmente, me ne vuoi parlare? ''Dopo gli studi ho iniziato la mia carriera come interprete di brani al piano classici, un giorno mi sono accorta che non provavo emozione a eseguire questi brani forse non mi bastava più. Il mio maestro mi ha detto di provare a comporre. Da quel momento ho iniziato a creare la mia musica e non mi sono più fermata. Ho capito che quella era la mia strada perché ero tornata ad emozionarmi. Il mio brano portafortuna era “Il silenzio delle stelle”. Adesso nella mia nuova vita il nuovo brano portafortuna è “Mirabilis Mundi”''.

Hai composto la colonna sonora del documentario “Papa Francesco – La mia Idea Di Arte”, come è nata l’idea di questo progetto? Di questa esperienza puoi raccontare qualcosa in più? ''Un giorno mi arriva la telefonata di un importante produttore, Corrado Azzollini. Corrado mi ha proposto di collaborare al documentario dedicato a Papà Francesco, mi ha detto che mi voleva come compositrice ed esecutrice per questo magnifico progetto dedicato al Papa, e da qui è nato un altro magnifico progetto. Ho iniziato a scrivere “Mirabilis Mundi”, è stata la traccia con cui mi sono esibita con la soprano Angela Gragnaniello presso il “Paramount art center”. Con questa esibizione il teatro andò in visibilio, in occasione della serata dedicata alla premiazione degli International Music And Entertainment Awards del 2018. Dio mi dà la creatività e la sua benedizione per comporre ed eseguire la mia musica al pianoforte''.

Dopo tanti premi e riconoscimenti internazionali vuoi parlarci dei tuoi progetti futuri? ''Posso dare in anteprima una novità assoluta, sto lavorando al mio nuovo disco. Parla della mia vita. Il disco uscirà in primavera del 2019. Un brano, in particolare, racconta come era prima la mia vita, e poi la seconda parte della mia vita, la rinascita della “nuova” Giuseppina Torre. Con questo nuovo progetto voglio trasmettere ai giovani che la musica è sacrificio e disciplina, non tutti possono fare questo mestiere. Chi suona per passione deve continuare a coltivare questo hobby. In qualsiasi caso non bisogna mai arrendersi. La musica mi ha aiutato anche in momenti difficili perché non mi ha mai abbandonato, lei era sempre con me. Penso che oggi in Italia ci sia confusione politica e culturale, forse per questo non c’è tanta attenzione verso i talenti. Il mio talento è stato riconosciuto prima in America con vari premi, ero l’unica italiana in trenta categorie e sono stata selezionata per tre. La mia carriera ha preso il volo grazie a questi riconoscimenti ricevuti all’estero, in seguito grazie anche alla mia manager Fatima Dell’Andro sono stata conosciuta a livello artistico anche in Italia. Adesso sto raccogliendo i frutti del mio lavoro. Dopo tanta sofferenza e sacrificio finalmente sto ricevendo tante soddisfazioni. Per questo ringrazio mio figlio, Fatima e tutti quelli che mi sono stati vicino, senza dimenticare la mia famiglia e lo staff che mi segue''.

Vuoi svelarmi un sogno segreto che tieni nel cassetto e che non hai mai avuto il coraggio di raccontarlo in pubblico? ''Io e la soprano Angela Gragnaniello vogliamo incontrare Papa Francesco per ringraziarlo e interpretare insieme “Mirabilis Mundi”. Ringrazio Papa Francesco perché le sue parole mi hanno dato l’ispirazione per comporre questo brano celestiale''. (Edda Forlini)