Sono presenti 330 interviste.

07/12/2018
OUT OF THE EDGE
''Obiettivo? Non porsi limiti musicalmente parlando...''

04/12/2018
BRENT STEED
Quattro chiacchiere con un ''Ufo space rocker''...

tutte le interviste


interviste

18/07/2018   STEFANO REIS
  ''Voglio trasmettere alla gente che mi ascolta chi sono davvero...''

Stefano Reis è uno tra i più promettenti djs e producers italiani di musica Techno. Dopo aver fatto il suo ritorno lo scorso Giugno con il brano “In The Music", in seguito ad un periodo di produzione e sperimentazione, il 9 Luglio pubblica il suo nuovo singolo “House In The Night” su Atomizer Recordings, disponibile in esclusiva su Beatport e successivamente su tutti i digital store e Spotify.

Chi è Stefano Reis e com'è nato questo progetto musicale? ''Il progetto Stefano Reis è nato dopo essermi imbattuto in alcuni dj set live di artisti importanti e, dopo esserne rimasto colpito, ho deciso di intraprendere questo percorso. Stefano Reis è nato da diversi anni e ho sperimentato molto per trovare davvero ciò che mi caratterizza. Parlando in termini di sonorità, voglio trasmettere alla gente che mi ascolta chi sono davvero. Ad oggi sono molto soddisfatto dei feedback del pubblico e del supporto che sto ricevendo''.

Quando ti sei avvicinato al genere techno, techouse e house? ''È successo tutto in maniera molto naturale, con un mio amico abbiamo acquistato una drum machine, ma nessuno dei due aveva idea di cosa fosse realmente, nei video che ti dicevo prima appariva diverse volte. Dopo qualche settimana di studio si è realmente aperto un mondo''.

Quali sono gli artisti che ti influenzano maggiormente nel lato relativo alla produzione? ''Nell’ultimo periodo mi capita di ascoltare spesso “Solomun”, guardo i suoi live set, ascolto ciò che trasmette, e devo dire che è una grandissima fonte di ispirazione per me''.

Come si presenta un tuo dj set? Quali sono i brani che non possono non mancare in playlist? ''Nell’ultimo periodo avevo voglia di qualcosa di nuovo di qualcosa che non mi “frenasse” e ho stravolto il mio set up. E, come nelle produzioni, ho deciso di fare la stessa cosa per i live, in cui sono completamente istintivo ed emotivo,tutto quello che mi passa per la testa in quel momento cerco di trasmetterlo suonando. La musica è fatta di emozioni, ma è anche caratterizzata dalla tecnica. Mentre per il disco che suonerei in ogni occasione... Un classico senza tempo: "On The Run" dei Pink Floyd''.

Lo scorso giugno sei tornato sulla scena con "IN THE MUSIC", quali sono stati i riscontri del tuo ritorno? ''Ho voglia di trovare realmente il suono che più mi rispecchia e ho trovato il mio mood. Avevo il desiderio di creare un filo invisibile con la gente che ascolta le mie produzioni. ''In the Music'', da quando è nata, mi ha subito trasmesso la giusta vibrazione e per fortuna la risposta degli ascoltatori è stata ottima. Credo sia stata la scelta più giusta condividerla subito con tutti e tornare con questa produzione''.

Il 9 Luglio invece hai pubblicato il singolo "HOUSE IN THE NIGHT". Com'è nato questo brano dal sound energico e che trasmette voglia di buttarsi in pista a ballare? ''Avevo ben in mente ciò di cui avevo bisogno di trasmettere, è stato tutto veloce, e nel giro di poche ore ''House In the Night'' era pronta!''.