Sono presenti 330 interviste.

07/12/2018
OUT OF THE EDGE
''Obiettivo? Non porsi limiti musicalmente parlando...''

04/12/2018
BRENT STEED
Quattro chiacchiere con un ''Ufo space rocker''...

tutte le interviste


interviste

25/09/2018   SAMUELE SARTINI
  ''Fare il dj è inseguire i propri sogni...''

Samuele Sartini è un top dj house italiano molto attivo nei top club di tutto il mondo. Marchigiano, è nato a Chiaravalle (AN) e risiede a Monte San Vito. Nell'estate 2017 ha fatto ballare party legati al GP di Formula 1 nel Barhein, il Jimmy'z di Montecarlo e in Italia è guest in costanza al Pineta di Milano Marittima e al Just Cavalli di Milano, due dei locali di riferimento per chi cerca l'esclusività. E' anche un produttore conosciuto in tutto il mondo: ha remixato tracce di superstar come Calvin Harris, Roger Sanchez, Paul Van Dyk ed Armin Van Buuren. E non è tutto: troppi non sanno che Avicii deve un po' del suo successo proprio a Samuele Sartini. Per la versione cantata del suo primo successo (Tim Berg - "Seek Bromance"), Avicii prese la voce da "Love U Seek", un brano pubblicato da Samuele nel 2011 su Do It Yourself.

Samuele, che sta succedendo nel tuo mondo musicale in questo periodo? Cosa bolle in pentola? ''Un sacco di belle cose! Qualche settimana fa ho raggiunto la prima posizione nel genere sul portale americano Traxsource con il mio nuovo singolo “Do What You Like”, un brano pubblicato dalla leggendaria Nervous Records di New York. Proprio in questi giorni sono in studio di registrazione che sto ultimando il suo followup''.

Che sound ti sembra stia funzionando in discoteca e nei festival in questo periodo? ''La situazione è davvero in continua evoluzione e penso non sia più solo una questione di genere, ma l’unica prerogativa davvero importante è emozionare il pubblico''.

Che stavi facendo un attimo prima di rispondere alle nostre domande? Cosa farai subito dopo? ''Un pranzo di lavoro dall’esito molto positivo ed ora mi attendono tre ore in studio di registrazione...''.

Che consigli daresti ad un giovane dj? ''Sempre lo stesso ormai da anni! Individua la tua strada, insegui il tuo sogno creandoti un’identità ben precisa che possa renderti riconoscibile e collocabile sul mercato negli anni''.

C’è davvero crisi nel clubbing? ''Un po’ di crisi c’è, certo, ma chi in questi anni più difficili ha saputo lavorare con passione, professionalità e competenza è riuscito comunque a fare la differenza!''.

Se tu potessi andare in vacanza in questo periodo, dove andresti e perché? ''In questo momento Maldive! Avrei davvero la necessità di staccare la mente per qualche giorno e credo che poche mete al mondo ti permettono di farlo come le Maldive...''.

Qual è la caratteristica che un dj deve necessariamente avere per intraprendere questa professione? Sembra facile, ma invece non lo è mica tanto, fare il dj… ''Mi collego un po’ al discorso che facevamo in precedenza in merito al consiglio da dare ai giovani dj: ci vuole personalità, sposare una causa e portarla avanti con dedizione e tanta tanta passione. Il pubblico deve respirare che stai amando ciò che fai''.