Sono presenti 316 interviste.

19/10/2018
SPAGHETTI FUNKY
''Il nostro genere, vanto nazionale conosciuto in tutto il mondo... come gli spaghetti!''

16/10/2018
LA BOCCA
''Il nostro progetto, piuttosto personale e unico...''

tutte le interviste


interviste

09/10/2018   PAOLO MOLINARI
  ''Con questo disco volevo dire: dopo qualche anno ci sono ancora...''

Ciao Paolo e benvenuto su Music Map. Presentati ai nostri lettori. ''Mi chiamo Paolo Molinari, suono e canto da sempre, e da sempre scrivo canzoni. Provo ad essere un cantautore! Nel corso degli anni ho tentato di percorrere diverse strade per il successo, ma ora mi rendo conto che forse non l'ho fatto fino in fondo, avendo infatti alla fine preferito di studiare e laurearmi in ingegneria. Nonostante questo, però, la passione e la voglia di scrivere nuovi brani non è mai mancata, tant'è che ho realizzato un mio studio di registrazione personale ed ho prodotto diversi lavori, miei e di altri amici musicisti''.

"Adesso come ieri" è il tuo nuovo lavoro. Quali sono i feedback che stai ricevendo? ''Sembra che piacciano soprattutto alcuni brani, come "Adesso come ieri", "In un mare di rose", "Amami ancora". I riscontri sono positivi, soprattutto nel riscontrare una crescita generale, sia nella scrittura dei pezzi che nella loro interpretazione''.

"Killer" è il primo singolo del tuo nuovo album. Come sta andando in radio? ''In questo momento stiamo promuovendo la diffusione sulle web radio, siamo all'inizio e non ho ancora feedback sufficienti per dire se sia o meno gradito...''.

Ci sono delle particolarità dell'album che vorresti sottolineare? ''Ce ne sono molte, ma che sia io a raccontarle forse non è del tutto corretto, nel senso che ognuno di noi, quando ascolta del materiale, recepisce, interpreta e quindi presta attenzione ad aspetti diversi e gli dà significati diversi. Se devo dirne una, posso dire che in questo lavoro è sottesa una linea di continuità con il precedente. "Adesso come ieri" è il mio dire "dopo qualche anno ci sono ancora" e riprendo temi a me cari, come quello della famiglia''.

Ci sono artisti che hanno influenzato le sonorità del tuo nuovo album? ''Se parliamo di sonorità, e non di composizione musicale e testo, posso dire che sono stato molto influenzato dalla pulizia del suono e degli arrangiamenti di alcuni gruppi, come gli Steely Dan ed alcuni brani dei Dire Straits come ''Money For Nothing''. Ovviamente io non c'entro nulla con loro... per cui mi riferisco solo al fatto che spesso durante gli arrangiamenti e durante il mix ho tentato per quanto possibile di ottenere un suono pulito e definito, con incastri di ritmiche tra pianoforti e chitarre, avendo ascoltato molto i loro brani ed avendoli spesso presi come riferimento di qualità. Non posso farci nulla, ho tentato di adattare le mie orecchie ad altri suoni, ma complessivamente non mi sono mai piaciuti. In questo caso mi riferisco, invece, ai suoni compressi e spinti fino all'inverosimile della musica prodotta ai giorni d'oggi. Questo ha fatto sì che il mio disco suoni come "vecchio". Pazienza... le canzoni, le melodie e i testi sono sempre originali...''.

Che musica ascolta Paolo Molinari? ''In questo momento ho poco tempo per sedermi ed ascoltare musica. La ascolto prevalentemente in macchina durante i viaggi di lavoro. Cerco quindi di ascoltare tutto quello che passano diverse radio che scelgo tra network e locali. Le mie preferenze vanno soprattutto ai programmi di Radio Capital che passano soul, black e funky, perché questi generi mi piacciono particolarmente, ma poi ascolto anche Virgin Radio e Radio Rock per ascoltare musica più attuale e più orientata al rock. Da qualche anno sto ascoltando molto meno le radio che trasmettono musica italiana. Mi piace molto scriverla, meno ascoltarla''.

C'è una canzone del tuo album a cui tieni molto e che inviti ad ascoltare con maggiore attenzione? ''Tolta "Ti amo forte e taccio", che ho scritto durante la fase di chiusura dell'album con lo scopo di allungarne la durata e sulla quale, per quanto carina e ascoltabile, potrei avere qualche dubbio personale, tutte le altre hanno un serio motivo di esistere, poiché sono nate da sentimenti profondi e scritte con il cuore. Tra queste metterei in evidenza "Adesso come ieri", "In un mare di rose", "Niente più di te"... mi dispiace, non ce la faccio a selezionarne una in particolare!!!''.